username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Maria Luisa Spezia

in archivio dal 03 mar 2018

01 gennaio 1961, Roma - Italia

segni particolari:
Attualmente vive a Roma con la sua cagnolina Maria Pia, detta
Piuccia, un Jack Russell Terrier, sua compagna e fedele amica,
adottata all’età di due anni

mi descrivo così:
​Maria Luisa Spezia laureata con lode in Farmacia e Tecnologie Farmaceutiche, vive entusiasmanti esperienze di studio e lavoro all’estero prima di rientrare in Italia, dove lavora come ricercatrice e giornalista scientifica fino al 2016 quando decide di dedicarsi al ​al suo sogno di sempre: scrivere

07 maggio 2018 alle ore 13:03

Mia madre era un mito

di Maria Luisa Spezia

editore: AliRibelli

pagine: 164

prezzo: 16.00 €

Acquista `Mia madre era un mito`!Acquista!

Maria Luisa Spezia, dal punto di vista della figlia, ci racconta tramite aneddoti divertenti e sobri sua madre.
Una persona unica, irriverente. Una persona spesso scomoda e difficilmente compiacente. Una persona che racchiude nella sua totalità l’eccesso, la voglia di vivere la vita senza risparmiarsi nulla. Una madre che a dispetto dei rapporti umani in crisi vive la propria vita con leggerezza, con quella voglia di superare sempre di più se stessa e i propri limiti.
Una madre musicista, una madre allevatrice e protettrice di ogni specie animale, un’amante della buona cucina, una donna ricca di idee e progetti innovativi, una persona che giorno per giorno combatte e lotta per costruire attorno a sé un’oasi felice.
Un’isola felice composta da: Dante, Giovanni, zio Cesare, Inés, Maria, Rosa, la zia Angelina, Livia P., Luisa P., Carlo, nonna Livia e Lucilio Marra, per non aggiungere i protagonisti principali, quel mondo animato e popoloso del regno animale a cui questa donna – quasi fosse un segno devoto – dedica tutta la sua vita, il suo tempo, le sue battaglie.
La lettura di questo libro tra realtà e fantasia è molto gradevole, ancor di più perché è decorata e impreziosita dalle illustrazioni di Martina Gianello, che danno colore e rappresentazione alle scene raccontate.
L’autrice riesce a narrare una storia di speranza, una storia personale, ma che potrebbe essere quella di chiunque, perché nel mondo ognuno vive e lotta per dei propri principi e Maria Luisa Spezia – forse narrando anche un po’ di se stessa – sembra ricordando a margine del testo che: "la felicità è tenersi per mano. La Felicità è l’Amore".

recensione di Gino Centofante

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento