username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Michele Gentile

in archivio dal 27 feb 2014

04 gennaio 1972, Ostia - Roma - Italia

segni particolari:
Vivo!

mi descrivo così:
Poeta.

30 aprile alle ore 9:53

Relitto

Accanto a me giace
il pallore disperso del cielo
nel muto richiamo del vento.
E’ di chi resta,
di chi scampa al naufragio
l’aspro suolo che vacilla,
l’assiepata solitudine di veglie
strappate alla sera.
In questa notte a venire
trovo riparo,
nel farmi bastare il passato
prima d’esser divorato
dal silenzio.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento