username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Michele Prenna

in archivio dal 10 apr 2011

19 ottobre 1946, Venegono (Varese) - Italia

mi descrivo così:
Estroverso e comunicativo sono da sempre onnivoro lettore con grosse curiosità intellettuali. Sposato con due figli grandi, terminata la carriera d'insegnante di lettere, ho scoperto la scrittura poetica e la fotografia: hobbies che sinergicamente abbino.

05 luglio 2013 alle ore 17:35

Lo specchio parlante

Sono rimasto uguale
lustro sotto la polvere d'anni
a rifletterti indifferente
mentre piano mutavi.

Eccoti meno frequente
venire ad incontrarmi
con erosa la pelle
scavata andando avanti.

Lo so. A che serve parlarne?
Lo so. Ci logora il tempo
ed il suo agire dispiace.

Meglio che taci, tu, specchio!
Avrai forse rare mie visite
ma sai che altre verranno.

Commenti
  • Gabriella Stigliano davvero bella, suggestiva e anche un pò amara questa poesia

    05 luglio 2013 alle ore 21:11


  • Michele Prenna una presa d'atto ci vuole ogni tanto

    05 luglio 2013 alle ore 21:16


Accedi o registrati per lasciare un commento