username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Michele Prenna

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Michele Prenna

  • 16 maggio 2013 alle ore 8:39
    Per far Sole

    Piove da me
    come da te
    per tutti ce n'è
    niente da fare
    ch'é stufo il Sole
    d'illuminare.

    E se a cantare
    le serenate
    un po' servisse?

    Senza stonare
    suvvia provate
    magari il Sole
    viene a guardare!
     

  • 15 maggio 2013 alle ore 21:02
    Non fischia

    Non fischia il merlo
    il cielo non l'ispira
    con l'acquerugiola
    sporca di grigio.

    Non fischia l'uccello
    sostando nell'erba
    dell'aiuola cittadina
    fissando lo sguardo.

    Non fischia il richiamo
    gioioso alla merla
    per l'aria fredda
    che fa scarso il cibo.
     

  • 15 maggio 2013 alle ore 17:31
    Il diluvio

    Mi viene in mente il diluvio
    con Noè salvo sull'arca
    grazie al suo essere pio
    certo non siamo a quaranta
    giorni di pioggia a scroscio
    ma appena poco ci manca
    come la colomba al naviglio
    tenuta a volare ben pronta
    incerto se tornerà con l'ulivo.

  • 12 maggio 2013 alle ore 20:19
    Si piangono

    Si piangono le morti bianche
    vittime di mancata prevenzione
    di risparmi su pelli umane
    costrette ad accelerare
    a fare in fretta a produrre
    profitti ad altri e rischiare.

    E quando la disgrazia accade
    c'è sempre un rimbalzo di colpe
    ancora calde le lacrime
    a chi non resta che piangere.
     

  • 12 maggio 2013 alle ore 18:55
    L'uomo del piccone

    Mancava alla galleria degli orrori
    alle sceneggiature indecenti
    l'uomo nero con il piccone.

    Mai l'avremmo voluto vedere
    colpire con violenza brutale
    uccidere e poi dire "Ho fame".

    Si sprecano gli strizzacervelli
    per l'incredibile strage
    nella jungla dei muri
    l'assalto fatale ai passanti
    con tanti ancora a dormire.

    Guai a strumentalizzare
    rinfocolando i risentimenti
    guai a giustificare
    cercando sociali mandanti!

    E' segno d'orribile tempo
    di chiusure egoistiche
    di un montante disagio
    per cui dispera un paese.
     

  • 12 maggio 2013 alle ore 18:15
    A cavallo

    Invidio, lo confesso,
    il monumento equestre
    che eterna nel ricordo
    il personaggio illustre.

    Esalta la grandezza
    il nobile destriero
    e guarda avanti fiero
    il prode condottiero.

    Di vento gonfia fama
    adesso solo nani
    che come coraggiosi
    si spacciano ai giornali.

    Le guerre si combattono
    con spreco di parole
    e esempi soprattutto
    nessun davvero vuole.

    Nel mondo dominante
    è l'egoismo gretto
    insieme all'indecente
    elogio del superfluo.

    Finiti i tempi sono
    dei cavalieri veri
    modelli in bronzo e marmo
    di cui andare fieri.

  • 12 maggio 2013 alle ore 11:26
    Prega

    Si va a pregare alla grotta
    là dove apparve Maria
    all'ingenua pastorella.

    Tante ne sono per devozione
    simili a Lourdes riprodotte
    per chi là non può andare
    a inginocchiarsi alla Madre.

    Oh, come grata la vista
    e dolce alla fanciulla
    nella miracolosa giornata
    con la Vergine amata!
     

  • 11 maggio 2013 alle ore 17:47
    Altre fragole

    Il tempo delle fragole finito
    senti arrivare sete d'infinito.

    Fluisce il verso farmaco del cuore
    claudica a volte là dove si muore
    con l'anima vibrante per le ali
    bramosa d'incontrare mille fiori.

    Dal fondo dello spirito si prende
    buone parole quali dona amore.

  • 10 maggio 2013 alle ore 18:25
    Ultime

    Ultime vengono le parole
    come per la grazia piccina
    che dagli sguardi si esprime.

    Così ci si lega d'amore
    calamitandosi d'occhi
    e da pallore a rossore.

    E' incendio se appena sfiori
    chi ti pare sì in alto
    da disperarne uno sguardo.

    Se poi hai risposte di baci
    tanto di canto ha il tuo cuore
    che infine esplode in parole.
     

  • 10 maggio 2013 alle ore 18:03
    Nota di cuore

    Ami senza saperlo a volte
    potresti magari ignorarlo
    per delle stupide cose
    sprezzanti del sentimento
    però sappi che accade
    credendo passato il momento
    l'inaspettata notifica al cuore
    e piangere non dà giovamento.
     

  • 10 maggio 2013 alle ore 17:49
    Scorticato

    Avviluppato dall'edera
    svuotato dai tarli
    giace l'albero a terra.

    L'hanno prostrato i venti
    furiosi della tempesta
    ed ora è cibo di funghi.

    Qua e là sparita la corteccia
    strappata per i fuochi
    piaga acuisce alla memoria.

  • 08 maggio 2013 alle ore 18:32
    Non è mai tardi!

    Pensavo semplice dimenticarti
    facile fare a meno di te.

    Credevo proprio di bastarmi
    che alla lunga meglio solo.

    Ho capito di sbagliarmi
    ora che forse è un po' tardi.

  • 08 maggio 2013 alle ore 13:18
    Microcriminalità

    La chiamano piccola delinquenza
    confinata in due righe di cronaca
    ma è quella che fa rumore di fondo
    ad un convivere via via più sofferto
    e dare spazio a ricchi scandali
    di chi può permettersi abusi
    incitare la gente contro qualcuno
    contando di prenderne il posto
    non è bel vedere ma avviene
    rendendo rabbiose le vite.

  • 07 maggio 2013 alle ore 21:52
    L'eclissi

    Notte scesa sul giorno
    paura che il Sole non torni
    a donare il bel chiaro
    a far schiudere i fiori
    a ispirare alto canto.

    E' l'eclissi per gli avi
    attenti al potere dell'Astro
    su tutte le creature viventi
    uno sparire funesto
    ed è nell'inconscio di oggi
    significato dal grido
    gioioso al riemerger dei raggi.

     

  • 07 maggio 2013 alle ore 20:00
    Mano nella mano

    Come fratelli, compagni
    come amanti, innamorati
    non è fatica tirare avanti
    mano nella mano al domani
    ma sono ben pochi i fortunati
    con indietro tanti respinti
    senza più lacrime agli occhi.

  • 06 maggio 2013 alle ore 20:08
    Lo dice il fiore

    Lo dice il fiore
    discreto
    dischiuso al Sole
    tornato il tempo
    dolce d'amore.

    Risponde l'astro
    alle parole
    di gioia brillando
    sulle farfalle
    danzanti in volo.
     

  • 06 maggio 2013 alle ore 19:56
    Anacronismo

    Mi punge vaghezza d'amore
    e mi ride ironico il cuore
    che mi nasconde lo specchio
    trovando carino il miraggio.

    Del resto pensarci fa bene
    e tiene alla larga la fine.
     

  • 06 maggio 2013 alle ore 19:14
    E m'immagino

    E m'immagino Angelica
    nell'erbosa radura
    dalla boscaglia protetta
    col cavallo in sosta.

    E mentre bruca la bestia
    coglie ranuncoli la bella
    per farsene corona
    di Medoro alla vista
    così che lo conquista.
     

  • 06 maggio 2013 alle ore 18:46
    Sul filo

    Sul filo serico sicuro va il ragno
    verso la foglia tesa si porta
    ove attenderà il suo moscerino.

    Sta appena a bordo strada
    fra l'erbe del sottobosco
    vaporanti a fine pioggia.

    Nel pomeriggio di maggio
    con elegante movenza
    attrae per un attimo l'occhio.
     

  • 06 maggio 2013 alle ore 18:31
    Alla grotta

    Sono sceso alla Madonnina
    posta là nella grotta
    come a Lourdes riprodotta
    nella giornata fresca
    appena dopo la pioggia
    come facevo una volta
    n'è passata d'acqua
    che fatica la memoria.

    Solo nel tacito bosco
    tra il torrente e il prato
    dal sole adocchiato
    ho seguito il pendio
    all'inizio ripido
    fino allo slargo
    del luogo pio.

    Ed ho pregato.

     

  • 04 maggio 2013 alle ore 13:16
    Una fanciulla

    Passi tra goccia e goccia
    più bella d'una rosa
    con su perle di pioggia.

    E sei graziosa tanto
    da far aprire il cielo
    ad un lucente raggio
    per un timido bacio.
     

  • 03 maggio 2013 alle ore 19:08
    Ripensandoci...

    Da tempo non rimembra la fanciulla
    forse poco odoroso il maggio
    serene vie quasi miraggio
    ed inquinati gli orti.

    Anche la morte è altra
    di più a venire tarda
    pur se rimane brutta.

    Così la poesia divaga
    stona talvolta apposta
    e rara dà risposta.

  • 03 maggio 2013 alle ore 18:06
    Razzolare

    C'è un razzolare bello
    forse dimenticato
    dal senso distorto
    se riferito all'uomo.

    Ammiri la gallina
    libera nell'aia
    coi piccoli a corona
    a becchettar nell'erba.

    Razzola
    ed è una cosa bella.
     

  • 03 maggio 2013 alle ore 13:12
    Uguali e diversi

    Nel corso degli anni
    come le stagioni
    siamo uguali e diversi
    simili ai riflessi
    rimandati da specchi
    concavi e convessi
    così che riguardandoci
    strano a noi stessi
    abbiamo l'io di ieri
    pur se vicino all'oggi.
     

  • 02 maggio 2013 alle ore 20:11
    Il nido

    A riva ho visto il nido del cigno
    galleggiava sull'acqua torbida
    continue erano state le piogge
    pericolosamente alto il lago.

    Sul mucchio ingegnoso di legna
    la femmina stava ferma a covare
    in attesa del proprio maschio
    guardando gli svassi e le folaghe.

    Dietro s'allungavano le case
    diverse con sui muri la muffa
    corse dai fumi delle auto
    acri a far fosco il tramonto.