username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Michele Prenna

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Michele Prenna

  • 30 aprile 2013 alle ore 18:53
    Dalla fata

    Ero nel giardino della fata
    in sogno non so come
    dentro una gran foresta
    di mille lunari ombre.

    Incespicavo in terra
    seguendo lievi orme
    sospinto dalla musica
    più avanzavo forte.

    E m'aspettava il prato
    d'oro tutto splendente
    dinanzi ad un castello.

    Mille erano azalee
    fanciulle per incanto
    da mai dimenticare.

     

  • 29 aprile 2013 alle ore 20:11
    Nel giardino

    I mughetti sotto l'agrifoglio
    contrappuntano di campanelline
    i fiorellini fitti ai rami in alto
    aspettando il fiorir delle peonie
    mentre camelie e viole salutano
    il lillà scuro delle serenelle.

    Più in là s'azzurra il rosmarino
    e i tulipani aprono le bocche
    stupite ai rosei petali del melo.
     

  • 24 aprile 2013 alle ore 20:32
    25 Aprile

    Ne restano pochi
    testimoni del venticinque
    del vento del nord protagonisti
    che spazzò via il Male.

    In piazza non saranno molti
    troppa la delusione
    nel venticinque dell'oggi
    pieno di malessere.

    Ma serve l'esserci
    nel giorno della Liberazione
    a memorare i tempi bui
    squarciati col sangue
    dalla Resistenza ai tiranni.
     

  • 23 aprile 2013 alle ore 9:07
    Se c'è

    Se c'è
    AMORE
    mai muore
    supera prove
    acquista forze
    al male resiste
    vince il tradire
    bello risorge.

     

  • 22 aprile 2013 alle ore 14:19
    Re Leone

    Lontana la leonessa
    a procurare il cibo
    i leoncini sbrana
    un vigoroso maschio.

    E' legge di natura
    durissima da pianto
    per la gentile anima
    così prender dominio.

    L'istinto però muove
    non la ragion di stato
    nè un malvagio cuore.

    Meglio è un felino capo
    coerente all'io animale
    d'un prepotente umano.

     

  • 17 aprile 2013 alle ore 13:19
    L'ultima soglia

    Ci lasciano le persone a noi care
    passano il confine ineluttabile
    la porta che non vorremmo aprire.

    Sappiamo per dolorose esperienze
    che s'apre a tutti con lacrime
    di quelli che restano a piangere.

    Abbiamo ricordi da misurare
    abiti che ci tocca indossare
    noi i prossimi la soglia a varcare.
     

  • 16 aprile 2013 alle ore 13:12
    Me l'ha detto

    Me l'ha detto un collega
    dell'altro d'improvviso partito
    il cuore a sorpresa che stacca
    e il corpo foglia caduto.

    Me l'ha scritto un'amica
    a condividere il lutto
    per vita prima finita
    degli scrutini di giugno.

    Càpita a tutti si sa
    ma non è grande conforto
    la bocciatura estrema
    volendosi ancora promosso
    quest'essere qui sulla terra
    condotto se è l'ora su in cielo.

  • 15 aprile 2013 alle ore 18:53
    I segreti

    La nostra zona d'ombra
    quella dei segreti
    ci serve come l'acqua
    al fondo dei pozzi
    quando la luce violenta
    rischia d'accecarci.

    Gelosi con gran cura protetta
    teniamo l'ombra a difenderci.
     

  • 13 aprile 2013 alle ore 20:31
    Fanatismi

    Come treni viaggiamo
    in direzioni opposte
    presi dal nostro vero
    avversi a chi non crede
    e appena ci sfioriamo
    basta non deragliare
    convinti di far bene.
     

  • 13 aprile 2013 alle ore 13:20
    Mala tempora currunt

    Fiondare i pensieri come sassi
    acuminati contro le ingiustizie
    e soprattutto avere risultati
    sì che sarebbe bello da vedere
    ma le nemiche sono tanto forti
    in anni oppressi dal lor crescere
    così che vani d'invettive i lanci
    insufficienti le pur molte fionde
    conviene a sé salvezza procurarsi.

     

  • 09 aprile 2013 alle ore 20:02
    Una strana primavera

    Dire "Ti voglio bene!"
    o mordersi la lingua?

    Non è più tempo
    di cantare
    a voce distesa.

    Lo sa la Luna
    senza serenate
    e il Sole intristisce
    nel grigio della nuvola.

     

  • 08 aprile 2013 alle ore 20:13
    Al Sole

    Come una foglia al Sole
    ne assorbo l'energia
    e al corpo torna vigore
    con rinnovata vita.

    E' riflessione che viene
    nel giorno di pioggia
    con l'umido che rode
    e muschi dà all'anima.

    E tu Sole ricordati
    di questo tuo pianeta
    con gli esseri viventi!

    Prenditi una vacanza
    ma poi bene fa i compiti
    che san portare gioia!

     

  • 05 aprile 2013 alle ore 17:11
    L'allegria

    Cerco motivi d'allegria
    nell'età che avanza
    nel paese che arranca
    in ogni situazione non bella
    ma confesso qualche difficoltà
    forse non m'aiuta la vista
    nè sono abbastanza artista.
     

  • 02 aprile 2013 alle ore 13:14
    Il momento politico

    In politica niente amore nè odio
    ma affarismo ed arricchimento
    a compenso dei soldi del voto.

    Poi si sa le parole si sprecano
    per tenere un po' di consenso
    figurando migliore dell'altro.

    Ma se serve la diga è comune
    qualunquismo è il protestare
    e dei saggi c'è da diffidare.

    Le partite e le poste coperte
    alla pubblica aperta opinione
    son giocate da poche persone.

  • 01 aprile 2013 alle ore 20:39
    Al diario

    Tanti anni di blocco
    pensando ai giganti
    con te a fronte nano
    poi d'un tratto cominci
    e le parole corrono
    come treni sui righi
    con carrozze che accolgono
    sempre più lettori
    ...e tu seguiti il viaggio.

  • 01 aprile 2013 alle ore 13:45
    Si baciano

    Si baciano i pesciolini d'Alassio
    allegri trascorrono il tempo
    richiaman d'amore l'incanto
    donando alle stagioni il sorriso
    rendendo leggero il tuo anno.
     

  • 01 aprile 2013 alle ore 11:14
    Pesce d'aprile

    Mette tristezza il pesce
    anche se è il primo aprile
    con la primavera in ritardo
    ed il pallore del sole.

    Così col sogno m'aiuto
    che tiene il cielo celeste
    camelie, viole di lago
    e primule nei prati fiorite.

  • 31 marzo 2013 alle ore 18:31
    La distrazione

    Non duriamo in eterno
    ed il pensarlo dispiace
    così il piacere cerchiamo
    effimero ma che distrae
    quel giovane desiderato
    da un indomabile cuore
    ribelle alla dura ragione.

  • 30 marzo 2013 alle ore 14:08
    L'airone

    L'ho scoperto al canneto
    ritto a guardare pensoso
    folaghe e germani col cigno.

    Mi sono messo ad avvicinarlo
    cauto per non fargli spavento
    ad ogni minimo passo attento.

    D'un tratto m'ha visto
    l'ali rapido ha aperto
    a pelo d'acqua in decollo.

    Così l'airone cinerino
    uccello magico del lago
    via s'è involato d'incanto.

  • 26 marzo 2013 alle ore 12:58
    Perfetta

    La bellezza perfetta?

    La trovi nel sogno o in un fiore
    nell'attimo concesso da amore.

  • 23 marzo 2013 alle ore 13:10
    Un consiglio

    Non raccontiamoci le miserie
    parlano fin troppo da sole
    così come morde il dolore.

    Scambiamoci gioiose parole
    carezze radiose di sole
    e non ci stanchiamo d'amore.
     

  • 22 marzo 2013 alle ore 18:10
    Stagioni

    Primavera ed Autunno
    siedono a fronte stagioni
    con tutti i loro colori.

    La giovane bella di fiori
    coronata di verde
    danza lieta d'amore.

    Maturo ancora in vigore
    di mille luci brillante
    l'altro avanti l'inverno.

    Sboccia al tepore la donna
    l'uomo provato ha i frutti
    buoni sentendoli il cuore.

    Del tempo fuggendo gli estremi
    Inverno ed Estate non sono
    per loro gli amici migliori.

    La vampa del grande calore
    brucia ogni candore
    seccando il più tenero fiore.

    Porta infine rigore
    spiacente di morte
    la nevosa uniforme.
     

  • 22 marzo 2013 alle ore 11:59
    Camelie

    Amano il lago le camelie
    dipingono fiorite le rive
    con vesti meravigliose.

    E ce ne sono di profumate
    che le api fanno impazzire
    attratte al primo sbocciare.

    Stanno sciolta la neve
    con le carezze del sole
    a contentezza del cuore.
     

  • 20 marzo 2013 alle ore 13:13
    Non si vende

    La poesia non si vende
    l'editore lamenta
    specie se cerebrale.

    E la vorrebbe impegnata
    a scuotere le coscienze
    come diversa politica.

    Ma la poesia non si vende
    come l'amore dà musica
    tiene giovane il cuore.

    Per questo piace comporla
    libera d'ovunque volare
    e non si lascia comprare.

     

  • 19 marzo 2013 alle ore 22:51
    Oltre la soglia

    Difficile non avere niente da dire
    limitarsi a contemplare le vite
    dei tanti che appena si conosce.

    Difficile lasciarsi trasportare
    come da una letea corrente
    al cuore preferendo la quiete.

    Verrà l'eterno sognare
    ci possa o meno piacere
    e allora dovremo tacere.