username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Michele Prenna

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Michele Prenna

  • 15 gennaio 2014 alle ore 12:08
    E lo chiamano "asino"...

    Ho chiesto a un ciuco
    nella tiepida stalla
    di mettersi in gioco
    elevandosi bestia
    a onorevole soglio.

    E convinto sembrava
    della gloria del posto
    ma negando a sorpresa
    m'assordò con gran raglio.

  • 06 gennaio 2014 alle ore 13:15
    Alle terme

    Claudicanti, curvi, col bastone andavano avanti
    non si sarebbero fermati se non là alla fonte
    quella della giovinezza ai vigorosi corpi rinnovati
    col magico liquore per i fuochi amorosi del cuore.

    Era la promessa dell'acqua nei contenitori
    cantava dai putti danzanti con ninfette bionde
    sull'etichetta a prova d'irresistibili imbonitori
    certo agli stanchi vecchi piacevole illusione.

    Un'orchestrina allietava coi suoi suonatori
    alle terme i balli e le conversazioni nel salone
    e camerieri impeccabili passavano fra i tavoli.

    Arrivava di tanto in tanto qualche dottore
    sorridente condiscendente ai facoltosi
    e nelle pause sul silenzio gorgogliava il fonte.

  • 05 gennaio 2014 alle ore 10:36
    Epifania 2014

    La Befana Genoveffa 
    la sua scopa guarda mesta
    il governo l'ha tassata
    grama inizia questa annata.

    Col carbone che scarseggia
    la vecchina si riscalda
    e leggera n'ha la sacca
    per i doni della festa.

    Verrà a notte la vecchietta
    ed il bimbo che l'aspetta
    avrà piena la calzetta.

    E i cammelli con la sfoglia
    porteranno alla capanna
    i Re Magi alla Famiglia.

  • 04 gennaio 2014 alle ore 21:33
    Per piacere

    Un corpo di giovane
    faustiano desiderio
    per innamorare
    le rose del mattino
    e il profumo averne
    cancellando il tempo.

    Le rose restano belle
    accettandosi vecchio
    capaci di affascinare
    fino all'ultimo sguardo
    ed è il vero amare
    a sconfiggere il tempo.

  • 02 gennaio 2014 alle ore 20:44
    Il muro

    "Senza cocci di bottiglia
    sono anch'io muro
    a sbarrare la vista
    ad un oltre infinito.

    La vite americana
    mi fa da abito
    alberi ho in testa
    copertura al cielo."

    "Certo hai studiato
    da quanto dici
    o almeno hai letto.

    Ami i poeti
    ma riservato
    in te ti chiudi."

  • 01 gennaio 2014 alle ore 14:01
    Nell'intervallo

    Nell'intervallo degli acquazzoni d'aprile
    nella luce morbida del fresco mattino
    erba, limone e azalea d'un giardino
    s'offrono stupendi al guardare.

    Come accade nel fluire vitale
    che in una pausa dei molti dolori
    giunge l'azzurro a rasserenare
    così la natura bellezza concede.

    Confida dunque nei giorni
    alterni di viste al tuo cuore
    proprio come sono gli amori.

    Sottile basta un raggio di sole
    curioso sui teneri fiori
    ed ogni tempesta si muore.

  • 28 dicembre 2013 alle ore 22:01
    Stasera

    Stasera fra stracci di nuvole
    fiorite viole sulla celeste volta
    è tornata a affacciarsi la luna
    splendida nel profilo sottile
    di bella fanciulla che cresce.

    La catturava il riflesso
    dell'acque a specchio del lago
    ed io a guardarla sognavo.

  • 26 dicembre 2013 alle ore 17:26
    Canne della battaglia

    Nel tempo di pace
    dal campo scompare
    dell'ossa il biancore.

    Adesso fra le spighe
    grevi del grano
    gli occhi stanno 
    dei fiordalisi

    e palpitano i cuori
    dei papaveri.

  • 20 dicembre 2013 alle ore 21:17
    Notte

    Parte oscura del giorno
    sei mistero qual donna
    dal vellutato mantello
    Notte ai segreti amica
    che la luce schivano
    perché non li sciolga.

    I tuoi arcani portano
    brividi di fredda paura
    col rischio del desiderio
    avido d'insolita vista
    atta a vincere il buio
    e su salire alla Luna.

  • 12 dicembre 2013 alle ore 20:53
    A Cannero

    Seduto in panchina
    nel chiaroscuro delle pecorelle
    in cielo avide di lago
    me ne sto concentrato 
    di primavera a sentire 
    i primi passi leggeri
    mentre dorme il vento
    stordito dai gialli profumi
    di mille mimose.

  • 11 dicembre 2013 alle ore 9:06
    Bizzarra

    Bizzarra la giornata di giugno
    d'una primavera piovosa
    nostalgica dell'autunno
    quasi d'inverno premessa.

    L'estate se ne sta all'uscio
    del suo tempo in attesa
    sempre che il sole sia bravo
    a scacciare ogni nuvola.

    Sono fiorite le rose
    il gelsomino profuma
    per l'amorosa stagione.

    E la finestra s'appresta
    per l'accoglienza alla luce
    chiara che i cuori riscalda.

  • 10 dicembre 2013 alle ore 11:47
    Basta poco

    Di poesia lunga ohimè che me n'annego
    pure molti gradiscono tal mare a naufragare.

    A me abitatore e frequentante il lago
    correr per vela lieve spinto da vento piace
    e stare sotto costa con un barchino corto.

    Mi basta poco canto a dar sereno al cuore
    lungo mi viene a noia e toglie sogni al sonno.

  • 02 dicembre 2013 alle ore 16:57
    Vivere

    Non siamo diversi da pipistrelli impazziti
    cerchiamo la luce da tenebra avvolti
    ma quello che è peggio quelli l'arrivano
    in tempi brevi né li devia l'istinto
    a noi spaventa sempre il volare
    stiamo per terra il buio a patire
    e questo stato lo chiamiamo vivere.

  • 30 novembre 2013 alle ore 20:10
    Un brutto sogno

    Senti il lupo ululare nella notte
    scosti la tendina alla finestra
    scorgi la luna piena abbagliante
    scorre un brivido lungo la schiena.

    Filtra verdastro un vapore
    forma una nube stranissima
    figura umana dall'immagine 
    ferisce un sibilo la stanza.

    Hai fatto a cena indigestione
    riletto di recente Dracula
    dal film t'ha colto suggestione?

    Confessa pure la ragione vera
    hai provato un'evocazione.
    Cessa però perché non ti prenda!

  • 24 novembre 2013 alle ore 20:35
    La sarta cinese

    I pantaloni stretti ancora buoni
    del completo blu nell'armadio
    ieri facendo ordine ritrovati
    praticamente nuovi senza uso.

    Dispiace di lasciarli come lisi
    con la giacca aderente il giusto
    e cerchi una sarta che li aggiusti 
    professionale senza chieder troppo.

    Stiliste sono quelle per i ricchi
    con ateliers le stanze di lavoro
    rinnovanti le loro collezioni
    in mostra alle sfilate di Milano.

    Al prezzo conveniente per i tuoi
    venuta dalla Cina per il taglio
    la trovi infine brava ad allargarli
    e come lei di lì era il tuo abito.

  • 22 novembre 2013 alle ore 9:22
    All'orizzonte

    Vedo Ulisse scrutare l'orizzonte
    il cuore brama Itaca lasciata
    con i pietrosi monti e Penelope
    se mai dopo tanti anni ricorda.

    Immagino Penelope uguale
    l'occhio che corre nel vento
    per ritrovare la nave sul mare
    quella che lo sposo portò lontano.

    Orizzonte fatto di sguardi
    d'attese e desideri di ritorno
    infine diradate scure nubi.

    Lontano andare un giorno
    deserti avere in cuore anni
    per ritrovarsi all'orizzonte caro.

  • 21 novembre 2013 alle ore 19:55
    Dipinti fiori

    Dipinti fiori al cuore per la gioia
    stanno quando s'oscurano le ore
    in ogni tempo e di vita stagione
    a confortare colorando l'anima.

    Ricordano e promettono momenti
    colmi d'amore con azioni belle
    felici per pienezza dell'esistere
    a chi nel buio dispera d'aver luci.

    Un appiglio sull'orlo del burrone 
    segnalano con dolci profumi
    vincendo la tempesta le corolle.

    Sono della natura esili mani
    a tirar su al nitido celeste
    a rinfrancare come amici cari.

  • 19 novembre 2013 alle ore 13:09
    Lo scoiattolo

    M'ha attraversato la strada uno scoiattolo 
    impellicciato di rosso ci ha messo un istante.

    S'è fermato a guardare quest'essere strano
    dal lato opposto ho colto come un compatire.

    Nel primo pomeriggio d'un novembre tiepido
    è stato un regalo sorprendente da visione.

    E le violette fuori stagione gli hanno sorriso
    visto l'animaletto al loro muretto sostare.

  • 18 novembre 2013 alle ore 16:36
    Luna

    Era lì a guardarmi la luna
    la stella piccola vicino
    nel blu cobalto brillava
    incurante del traffico.

    L'ho fissata lì alla fermata
    sceso dal bus cittadino
    mentre tornavo a casa
    e tanto lungo il cammino.

    In un tratto buio della via
    m'ha incantato col profilo
    d'argento di tanta poesia. 

    E la stellina ho invidiato
    dal lume acceso di gioia
    vago d'amore lì accanto.

  • 17 novembre 2013 alle ore 9:33
    Luna e nuvole

    Ho visto la Luna 
    il profilo luminoso
    prima della pioggia
    nel nuvoloso abbraccio
    d'una stretta sgradita.

    La notte era vicina 
    di stelle debole il chiaro
    senza speranza d'uscita
    ammassandosi oscuro
    l'umido velo di nuvola.

    Sarà domani il ritorno
    nel volto più luminosa
    del desiderio all'incontro.

    E ci sarà la prima stella
    su a splendere in cielo
    nella notte tornata bella.

  • 14 novembre 2013 alle ore 13:13
    Sottocosto

    Maledetta crisi
    soldi pochini
    commerci languenti
    e impazzano i sottocosti
    subliminali affari
    per tanti poveracci.

    I più gridati i divani
    con strilli spaccatimpani
    e strizzatine d'occhi
    con sorrisi ammiccanti.

    Per eterni riposi?

  • 11 novembre 2013 alle ore 16:09
    Toccata e fuga

    Toccata di sguardo
    calcola la distanza
    girando il capo
    con grazia la gatta.

    Ferma un attimo
    in basso la coda.

    E al primo passo
    rapida svolta
    protetta dal muro
    senza un saluto.

  • 11 novembre 2013 alle ore 16:06
    Compleanno

    Mi diceva il fratello
    che ad un certo punto
    non pensare è meglio
    a un altro anno passato.

    Non mi trova d'accordo.

    Ogni giro di sole
    piace a me ricordare
    e in ognuno trovare
    quel che avevo da amare.

    Piace a me festeggiare.

    E più a fondo sentire 
    il pulsare del cuore
    con le piccole gioie
    doni grati d'amore.

  • 07 novembre 2013 alle ore 8:16
    Passanti

    Provi a immaginare le vite
    fermo a scrutare i passanti
    nel corso pieno di gente
    osservandone i volti
    a volte le voci cogliendone
    attento al tipo di abiti
    il portamento studiandone.

    Ci sono quelli coi bimbi
    altri gravati da borse
    da cani grandi o piccini
    ce n'è appoggiati al bastone
    tanti alle chiacchiere intenti
    rotte da qualche accattone
    che fiuta la pista dei soldi.

    E' varia umanità del presente
    diversa e uguale dall'ieri
    da cogliere per ricordare
    se mai muterà il domani
    i prossimi nel mondo a stare.

  • 05 novembre 2013 alle ore 21:14
    Brontolo

    Un pensierino per Brontolo
    a cui niente va bene
    di tutto quanto critico
    nano mai sorridente.

    Ai piccoli è indicato
    fra i sette da evitare
    indisponendo il prossimo
    bastian contrario sempre.

    Vedi nei sette nani
    insieme a Biancaneve
    dei tipi proprio umani.

    E chi non riconosce
    il sé dei borbottii
    con quel di più persone?