username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Patrizia Solazzi

in archivio dal 20 set 2007

30 maggio 1955, Milano

mi descrivo così:
Sono una scultrice, scrivo per dare lentezza alla polvere che troppo rapida passa tra le mia dita.

19 novembre 2007

Amico

La mia spalla sposto
calda della mano
che si appoggia
su di me

 

sentiero di parole
sussurrate
subito
avvertita di gocce

 

piove
apri l'ombrello delle tue parole

 

piove

 

passi di silenzio
vorticosi
sull'incedere intimo

 

sposto il braccio
nell'anello del tuo

 

cerchio di misura
celeste di spazio
rotondo

 

dove infilare collane

 

rosario
di saluti e invocazioni
gemello di verbi corti

 

piove

 

nell'ora della preghiera
nei quarti battenti
di tempi incolmabili
-
sporgi il palmo
e senti
se piove ancora

 

mi dici di no.

 

Ci credo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento