username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Patrizia Solazzi

in archivio dal 20 set 2007

30 maggio 1955, Milano

mi descrivo così:
Sono una scultrice, scrivo per dare lentezza alla polvere che troppo rapida passa tra le mia dita.

11 ottobre 2007

Tracce

Scartavi un dolce,
lucido appariva,
colorato
l'angolo dell'occhio
sorpreso di viola.

 

Tracciavi silenzi
tra le ciglia nere,
profonde luci
trasparenti
sul lago dello sguardo
intenso
toglievi l'involucro

 

di me
che ti giravo le spalle
e sulla nuca
trattenesti i capelli
osando un sentiero
di morbide ombre

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento