username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Red koldowski

in archivio dal 14 ott 2008

17 aprile 1968, Genova - Italia

mi descrivo così:
Non importa dove e quanto sono nato, dove vivo, cosa sogno…
Io nasco, vivo e muoio scivolando sopra ogni mio verso, appeso alle 
costole d’un sogno, in equilibrio fra le pagine aperte dell’universo.

24 agosto 2009

5 agosto 2008 Alle 7 del mattino

Cielo.
Mare.
Vento.
Per un attimo
Tutto è immobile.
Naufraga nella foschia
Il respiro d’ognuno.
Il tempo si consuma
Stanco;
Trascina fiacco
Il cuore alla riva.


Schiocca l’onda
Sullo scafo,
Stride logorata
La lamiera.
Suoni perduti
Oltre il palmo del mio naso.
Ecco; il sole fa breccia,
La luce penetra
Nell’acqua sospesa,
Strappa la bruma salata,
Il riverbero acceca per un istante.


D’improvviso Durazzo…

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento