username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Red koldowski

in archivio dal 14 ott 2008

17 aprile 1968, Genova - Italia

mi descrivo così:
Non importa dove e quanto sono nato, dove vivo, cosa sogno…
Io nasco, vivo e muoio scivolando sopra ogni mio verso, appeso alle 
costole d’un sogno, in equilibrio fra le pagine aperte dell’universo.

20 ottobre 2008

Berat

Sfiora, delicatamente,
Il sole i tuoi fianchi,
Adornati da case imbiancate
Di calce viva.

 

Come una leggera carezza
Corre l'acqua dai monti sul tuo
Corpo steso fra le sponde
Dell'Osum

 

Smarriscono verso valle
Sguardi opachi, filtrati
Da vetri cotti dal tempo.

 

Viandanti calcano le tue
Vie bruciate dal sole, cuoce
L'asfalto sotto ruote e copertoni
D'improbabili carri tirati da muli.

 

Cullata fra tomori e spiral la luna,
Va a coricarsi il sole nel tuo angolo
Di cielo.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento