username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Red koldowski

in archivio dal 14 ott 2008

17 aprile 1968, Genova - Italia

mi descrivo così:
Non importa dove e quanto sono nato, dove vivo, cosa sogno…
Io nasco, vivo e muoio scivolando sopra ogni mio verso, appeso alle 
costole d’un sogno, in equilibrio fra le pagine aperte dell’universo.

28 dicembre 2010

Da Cerosillo

Su binari morti:
Cataste d’auto.
L’acre odore chimico
Sale dalle traverse di legno,
Ci accompagna nel gioco
D’un inseguimento
Su una 128 sport rossa,
Senza ruote, senza sedili,
Fra le lamiere suda
La pelle,
Vola la fantasia
“a destra, a destra!
Gira a sinistra
Fai la curva
Sono lììììì
Frena; frenaaaa!...

 

Quanto fiato nei “ motori”
È tanto da sprecare, da buttare.
Allora via… dopo l’urlo
Severo dello
Zio…
“fuori di lì; se vi prendo!...”
Allora
L’inseguimento continua,
Ma all’inverso.
“via, viaaaa!” 
Balzano i piedi, fra rottami
E copertoni;
Volano le gambe
Su rotaie arrugginite.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento