username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Sara Scialdoni

in archivio dal 24 mar 2006

02 novembre 1978

segni particolari:
Non sono né un artista né un poeta. Ho trascorso i miei giorni scrivendo e dipingendo ma non sono in sintonia con i miei giorni e le mie notti. Sono una nube, e nella nube è la mia solitudine, la mia fame e la mia sete. K.Gibran

mi descrivo così:
Non sono niente, non sarò mai niente, non posso volere d'essere niente, a parte questo ho in me tutti i sogni del mondo. F. Pessoa

14 giugno 2006

Vi rivelo la passione dei folli

Ad Alda Merini


Bastasse una preghiera ,
un segno di croce appena accennato
a riportarmi gli angeli, che della terra
sanno più di chi la cammina,
avrebbe trono certo la quiete
in questo petto, ormai covo d’affanni.
Eppure, non sarà un rosario da sgranare tra le mie
unghie rosse, né un Padre Nostro solo pensato
ad assolvermi dalla condanna d’essere carne violata
o lembo d’azzurro strappato al suo cielo,
che poi cielo è…

Io, vi rivelo la passione dei folli, anche se è più folle
chi s’inganna di congedo dal delirio,
di più ancora, quelli che non sono tentati da follia,
sperando immune il mondo intero,
che da sempre ho immaginato...

una scatola chiusa con me seduta al bordo.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento