username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Simona Soldi

in archivio dal 27 ott 2009

06 novembre 1984, Pistoia

26 maggio 2011 alle ore 13:25

Deus In Machina

Scandisce lo sbattere
senza sosta delle macchine
cicliche
il ritmo e l’insorgere
di nuovi Dei e delle loro parole:
le giuste parole,
il giusto intreccio,
un labirinto di simboli
codificati, in cui le menti
si lasciano rapire,
divorare,
per evadere
da altre prigioni.
In quelle pagine
aliene al loro creatore
che ha il potere
di vita, di morte, di lacrime, di passione,
si consacrano gli Dei
omologati
delle platee annichilite.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento