username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Simona Soldi

in archivio dal 27 ott 2009

06 novembre 1984, Pistoia

28 ottobre 2009

Negazione e ossessione

Due occhi
Un libro le cui pagine sono infinite
Scritte col sangue, scritte di lacrime e sudore
Nei suoi occhi tutte le possibilità, strade infinite
Dell’esistenza. Nei suoi occhi la parte migliore di te
Un simulacro della tua figura attraverso
Il suo sguardo di bambina
Una iniezione di vita, di meraviglia
Ai suoi occhi sei un angelo
E una maledizione. La negazione
Della natura stessa delle cose.
Tutto è sottosopra, tutto è al contrario
Nella sua vita tranquilla qualcosa non torna più
Non è mai tornato, un fattore imprevedibile
Eppure è sempre stato lì, insinuato
Fra le lenzuola dei suoi gemiti di piacere negati
Alla sua ricerca silenziosa di un significato
Più profondo per ogni suo gesto,
ogni parola che avrebbe voluto
davvero affermare, e crederci, e
sentirla dentro di sé, come
quello sguardo che nega a se stessa
come i tuoi occhi che vorrebbe possedere
il tuo corpo da accarezzare
i tuoi capelli da annusare
il tuo corpo dentro di lei
come il pensiero di te,
ossessionante, malato, lucente
nella sua luce imperfetta.
Forse un giorno saprà anche lei
Non si può chiudere la porta
Non si può volgere lo sguardo
l’amore non perdona
chi rinuncia alla sua luce e la rinnega.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento