username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Tommaso Valente

in archivio dal 03 gen 2006

27 giugno 1977, Formia

segni particolari:
Redattore di Aphorism dal 2001.
Confuso & Testardo.

mi descrivo così:
Sono così, a volte... e a volte no: sono tante altre volte altro!

03 gennaio 2006

Raccolta punti

Sparisci subito

Riparo nell’androne

è forse ora

Di accendere

Il termosifone

Spegnendo

Il senso

Di questo

Caldo

Il tempo

Stanco

Di pioggia

Lascia

Che cada

la terra

Ma cenere

brucio tabacco

E rimane

Sospesa

Una presa

Da mastico

Lascio

Che il vento

Si porti i covoni

E in tutti gli androni

(Rifugi)

Rifuggi

le scale

Di marmo

Corvino

Di vene e buchetti

Ne lascio

Un rigagnolo

da pulire

Il sangue

Di pezzi

Di nero

Di seppia

Piovuta

Di zuppa

Di pesce

lasciata

A freddarsi

Perché

Nel lasciarsi

la vita

Ti smette

Del solito

Giro

E riprende

Di visi

Incompresi

Che non ho

Mai amato

Che cosa?

(o sempre?)

Saperlo

sarebbe

Poterlo scordare

Ma ora

Così......

Come fai?

Non puoi

Che

Lasciare

Che il senno

Si perda

Di fiaba

Racconti

Una storia

Che sappia

Di spada

E di cappa

E di fata

E di spesa

Alla cassa

Di supermercato

spedito

raccolta

di Punti

Pavesi

mai spesi

lascia(t)i

ripresi

sospesi

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento