username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Vittoria Carrassi

in archivio dal 17 mag 2012

03 aprile 1966, Brindisi - Italia

02 maggio 2013 alle ore 11:50

Individui persi

Gli altri ti vestono
di abiti non tuoi
non ti appartengono
e te li ritrovi appiccicati addosso
incollati come la carta pesta
modellati con i canoni di tendenza

dentro prorompe un tuono
quel rumore trascina lontano
anche se non vorresti
il riecheggiare nei discorsi
nelle parole
nei cenni
nei silenzi

annulla i buoni propositi
sbaraglia il lume della ragione
e si diventa individui persi
nel buio della sopravvivenza,
nella luce della vita
tra i colori di ogni giorno

Si può essere cechi davanti all'evidenza
sordi quando si vuole
muti all'occorrenza,
ma i gesti parlano
ugualmente e gridano
chi siamo realmente,

quindi non ti crucciare
se i cechi, i sordi e i muti
non comprendono
raddrizza le spalle e cammina
cammina dritto come un fuso malgrado
il tuo fardello.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento