username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Vittoria Carrassi

in archivio dal 17 mag 2012

03 aprile 1966, Brindisi - Italia

10 febbraio 2013 alle ore 18:55

Lara

Intro: I personaggi e i fatti non sono realmente accaduti e sono frutto della mia fantasia, buona lettura.

Il racconto

Lara dai capelli che cominciavano a diventare grigi, quel suo perdere un pò di colore le aveva ingiallito la vita, il sorriso schietto e audace, aveva preso una piega malinconica, guardava la lucentezza delle giovani chiome, e rammentava la sua quando fluente ed ondulata le cascava mollemente sui fianchi tondi e torniti. Il tempo le aveva donato saggezza, anche se l'istinto spesso la guidava verso qualche errore, eppure ne usciva sempre vincente, meravigliandosi lei stessa della riuscita. Lara si compiaceva del suo nome, ereditato dalla famiglia come si usava fare da decenni, eppure da piccolina non le piaceva e si domandava perché mai dovesse indossare un nome che le stava stretto e preferiva di gran lunga quello delle sue coetanee, fino a che un giorno divenuta una bella ragazzina, un giovane le aveva soffiato in un orecchio" Lara...che bel nome Lara...io sono Luca, non è una strana coincidenza? Lara e Luca...pensami stanotte!" Lara da quel momento si amò con tutte le sue forze e cominciò a volare sulle nuvole scandendo il suo nome diventò musica per le sue orecchie, Lara...Lara...Lara...che bella canzone., quando ci pensava per magia i capelli tornavano neri come l'ebano e i suoi occhi ridevano, mentre le labbra si schiudevano in un  dolce bacio immaginario..." Arrivederci Luca in un'altra vita".

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento