username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di John Adenitire

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di John Adenitire

  • 20 agosto 2007
    Proemio

    Dell’animo mio canto
    Come il tuo,
    Percosso da spade di oscure battaglie,
    Annegato nel mare di Poseidone l’Adirato,
    Schiacciato dal suono come di un sussulto d’amore
    Perduto su note d’arme.

     

    E che il mio
    E i canti dispersi di altri Orfei
    Possano portarti una brezza di fanciulla ridente,
    di bimbo dolcemente addormentato
    su letto di rose,
    in questo che d’infiniti affanni.

  • 20 agosto 2007
    Poeti

    Voliamo
    In cupole azzurre,
    chiuse.
    Ché oltre il nostro volo di gabbiani,
    vi son nubi
    in un cielo che ci par or chiaro.

     

    Dacci la vista,
    Dio che stai oltre!

  • 20 agosto 2007
    Mi Accusano

    Mi accusano d’essere muto
    All’amore,
    che io non provo,
    come pietra
    immobile
    scalfito da gocce di azzurro.

     

    Mi accusano
    Che il mio cuore
    Non voli oltre i miei canti,
    Orfeo senza Euridice.

     

    Ma io canto per amare
    Ché in questi miei canti
    mi è lecito amare.
    M’è dura questa tormenta,
    questa tempesta
    Che ci scuote
    e abbatte
    E voglio essere pietra
    Immobile
    Per non volare
    In quei cieli così maledettamente benedetti.

     

    Canto allora per amare
    Sicuro nella mia tana di talpa
    Cieca al sentimento
    Che t’invade .

     

    E’ troppo per me
    Misero cantore.
    Vivo su queste note maledette,
    Che maledico.
    Canto di mondi che non vivo,
    Eppur vivo
    Annegandomici.

  • 20 agosto 2007
    Canto Sommerso

    Il mio diventa
    Urlo
    Come di germoglio gracile ribellione.

     

    Ma resta pianto.

  • 20 agosto 2007
    Fiume nascosto

    Certe giornate in cui la penombra
    Dei tuoi luoghi chiusi
    ti parla.

    E’ il silenzio d’animo.
    Fiumi di parole
    Nascoste, eppure
    Così svelate…

    Ascolta!
    Il nulla
    tace parla
    di vecchi amori dimenticati,
    del tuo sorriso,
    Bella,
    della lacrima lieve che mi cade
    invisibile.

    Sono Silenzi in cui il vuoto sussurra.
    E sono canti
    D’amore, di tedio, del tutto svelato
    Nascosto.

    Fiumi.

  • 20 agosto 2007
    Pegaso

    Toglimi questo peso,
    Ali di Pegaso.
    Portami in alture
    che non siano queste
    dove affondo
    in tristezze buie.

     

    Dammi sorrisi gioie
    Dammi te, Bella che accarezzi lievemente i tuoi capelli.

     

    Lira
    Canta
    Canta
    Orfeo
    Lasciami librare nel volo più vero.

     

    Dammi ora
    Il volo del falco alto.

  • 20 agosto 2007
    Teiera azzurra

    Le ho date via,
    Ché diventino l’aura.
    Ché tu possa ascoltarle.

     

    Le ho date via
    Per averle,
    Per sentirle, anch’io
    Ché mi pesavano mute
    Dentro.

     

    Le ho cantate
    Per donarle,
    Per far scendere questa lacrima.

     

    Ti prego
    Raccoglile,
    Coprile con la mano,
    E in giornate oscure,
    Mettile nel tuo cielo dorato

    che possano volare.