username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Monica Osnato

in archivio dal 09 ott 2006

05 marzo 1963, Palermo

segni particolari:
Innamorata. Del tutto, del mare, del vento, degli uomini, dei bambini, ecc...

mi descrivo così:
Pittrice e poeta.. Ho pubblicato sette raccolte di poesie, alcune delle quali tradotte in altre lingue.

03 giugno 2013 alle ore 9:49

Tra le due rive

Io ero già posseduta
dall'arcana sostanza del vento
e dal suo principio invisibile
tra gli abbracci dei rami,
che parlavano la lingua dei morti.
Tutto ancora
cominciava
con assoluta incertezza
e anche se già qui,
noi
eravamo giunti
sulla strada più lontana dal cielo,
nella calma più dolce.
Tu avevi un piccolo segno
bianco
di arresa, tra i capelli
e l'acacia disegnava i suoi fiori
per molti chilometri intorno.
Tra le due rive, il fiume
cercava lontano il suo nome.
Noi eravamo ancora vivi
e ci toccavamo
con mani miracolose
che sapevano andare nel centro
della notte e del giorno,
ma eravamo già distanti
come un inverno
ed il suo candore sospeso.

da:' La mia dolce cenere/Moj slatki pepeo,Prosveta ed., Belgrado

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento