username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Silvia Serena Piccinato

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Silvia Serena Piccinato

  • 22 febbraio alle ore 22:07
    Alla deriva

    Li senti anche tu tendini, muscoli, ossa senza più forza? È faticoso restare a galla in acque troppo profonde. Ogni tanto c'è un'isola forse una barca scivolano via veloci; il sole non basta a tenerci vivi, nel mare. Bisogna amare. L'amore spacca l'onda, crea isole, infiamma i porti di tramonti.

  • 06 luglio 2016 alle ore 14:09
    Invincibili

    Scivolavamo entrambi
    Stridenti di sabbia
    Lungo il cielo
    Gocce su di un vetro
     
    Così c'incontrammo
    Vestiti di salsedine
    Nella notte
    Ognuno nella sua
     
    Ci stringemmo forte
    L'uno a l'altra
    Nel sangue
    L'acqua si fece dolce
     
    E cadere insieme
    Era come non cadere
    Invincibili
    Solo per una notte

  • 01 agosto 2013 alle ore 11:03
    Hula hoop

    Cosa cerchi?
    E’ solo cruda sofferenza
     
    Respiriamo il tempo
    Assaporiamo l’attesa
     
    I cerchi della vita si rimarginano tutti
    come vecchie ferite che più non urlano
     
    Meglio assistere allo show
     
    I più coraggiosi giocano
    con l’hula hoop
     

  • 30 maggio 2013 alle ore 10:16
    Non è che non puoi capire

    Non è che non puoi capire...

    Tu non puoi sentire
    il rantolo di ruggine
    del crederti
    mentre muore.

    Tu non puoi sentire
    la nebbiosa rassegnazione
    urlare nera
    immobile.

    Tu non puoi sentire
    i chissà, i se, i forse
    sciogliersi,
    scivolare via...

    "Te l'avevo detto..."
    ...mi dico sempre tutto,
    ma non capisco.

  • 01 agosto 2011 alle ore 15:09
    Onde del mare

    Stesa scompostamente
    Passivamente avverto
    Il tempo
    In grani
    Scorrere tra ossa e pelle

    Onde del mare
    Ebbre di sale
    Sbattono
    Bruciano
    Infestano membra assopite

    Aspetto un dolore
    “anche un mal di denti"
    Che uccida il tempo
    Che fermi il flusso
    Verso TE …

  • 26 agosto 2010
    Il Viaggio

    E’ il viaggio
    quello che conta.


    Mi hai preso
    Senza una parola
    Sulla sabbia
    Sul legno
    Sul fuoco.


    E’ il viaggio
    quello che conta.


    Notti increspate
    Tu
    Mani, sospiri
    Canzoni
    Poesia
    Sensazioni.


    E’ il viaggio
    quello che conta.


    Mi hai forzato senza forza
    Ginocchioni nella polvere.
    Baciavo la terra
    Come il pellegrino
    Alla fine del viaggio.

  • 10 maggio 2010
    I tuoi occhi

    Occhi scuri

    Profondi come il buio

    Luminosi come la notte
    attraverso le finestre
    della stanza che dorme

    Parlano una lingua sconosciuta

    Sono fuoco freddo

    Sono porte dipinte

    Accesso solo immaginifico a te,
    eterea, indecifrabile
    creatura prestata al mondo.

  • 08 febbraio 2010
    Daria e Andrea

    Stava lì,
    sulla gelida panchina di marmo
    mischiata a folla incolore.


    Pensava,
    senza un solo piacere in volto
    immersa nel cercarti in un altro.


    Non vede,
    il tempo che non ritorna mai più
    perché Daria non è antica fiaba


    Non sente,
    il bene e il rispetto che dai
    mentre dorme in freddi sogni altrui.

  • 01 febbraio 2010
    Il gatto

    Non ho più orecchie, occhi, gusto, olfatto, tatto
    da quando ho dentro uno shakespiriano matto.
    Frequento solo un grosso gatto rosso
    che sta appollaiato sulla riva di un fosso
    scruta i miei piedi battere la terra,
    e mi fissa immobile, tanto ha ragione lui.
    E non si vive d'amore
    e non si vive di pane
    e non si vive di sogni
    e non si vive.

  • 01 febbraio 2010
    Storie d'amore

    Le storie d'amore muoino sempre
    tra le braccia di un giorno di pioggia,
    anche se la pioggia non cadesse più.


    Le storie d'amore muoino senza
    una parola, su ali di farfalla,
    in mari di dolci e cioccolata,
    in tagli nuovi su vecchi capelli.


    Sono sempre stata le tue canzoni
    ora il tempo scivola nel vento
    cenere rossa di una sigaretta.

  • 01 febbraio 2010
    Amor che a nullo amato...

    I giorni splendidi
    nel sole
    so che ci sono stati


    Ho le foto!


    Ma il dolore da mille ore
    addolora e acceca il cuore


    Ho visto l'amore
    l'Idilliaco
    in te e poi in tutto.


    Dante, Dante...


    Ma quella meravigliosa malattia
    così crudele l'ho voluta mia


    E intanto tu guarivi
    vigliacco
    e non c'incontreremo mai!

  • 28 gennaio 2010
    Gita a Pellestrina

    Come la prua che rompe
    L'onda
    E non è conoscibile
    Di quale delle due onde figlie seguire la sorte


    Ci ritrovammo in un paese dipinto
    Di luce
    Che conta il tempo aspettando l'ombra
    E galleggia immobile sui flutti


    Un vecchio parlava
    Del suo viaggio verso la Luna
    E noi l'ascoltavamo
    Mentre il mio viaggio sfiorava il tuo


    L'ascoltavamo
    E toccavamo le stelle
    Senza sapere con quale onda
    Si possa tornare lassù

  • 28 gennaio 2010
    Sei come l'onda

    Sei come l'onda, amor mio,
    che il mare potente sembra portar via
    mentre l'acqua serpente rilambisce il mio corpo
    - nudo, sporco, bruciante di salsedine -

     

    Sei come l'onda, amor mio,
    sempre la stessa e mai la stessa
    sempre più lontana e mai così dirompente
    - terribile supplizio di prometeo -


    Sei come l'onda.
    Un'onda lucente di lame affilate.