username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Anna Maria Di Simone

in archivio dal 23 set 2011

Livorno

24 settembre 2011 alle ore 16:12

Abbandono

Amico uomo,
perché ti sono indifferente
quando piango triste
nella mia solitudine?
Perché, amico uomo,
non mi guardi
quando i miei occhi mesti
implorano l’incontro con i tuoi?
Quando piove o fa freddo,
perché non riesci a pensarmi
bagnato e infreddolito?
E perché, amico mio,
quando pranzi
non ricordi che anch’io
ero la tua famiglia?
Amico uomo,
non ti manco?
Forse,
ti ho troppo poco amato...
Perché non torni, amico caro?
Non puoi avermi dimenticato...
E ricordati: non è vero che
“la notte fuori non c’è un cane”.
Amico uomo,
io sono qui,
ti aspetto ancora.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento