username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

in archivio dal 14 set 2021

Antonietta Cianci

19 luglio 1980, Napoli - Italia

elementi per pagina
  • 14 settembre alle ore 9:31
    [Senza Titolo]

    E oggi sono lontana.
    Tu, senza di me
    certo un po' più leggero
    forse un po' stanco
    un po' malinconico.

    Io, senza di te
    Assorta e sonnolente.

    Oggi siamo lontani.
    Noi, senza di noi il fiato corto
    il silenzio e il disordine.

     
  • 14 settembre alle ore 9:29
    [Senza Titolo]

    È tempo di silenzio
    degli occhi pieni di lacrime
    e della testa alta.

    È tempo di letture
    di dipingere
    di scrivere.
    Per non soffocare.

    È tempo di aspettare che passi
    o che faccia meno male.

    È tempo di pulire la casa
    la rubrica
    gli interstizi tra anima e cuore
    lì dove la scoria del dolore è più ostinata.

    Riposando,
    con calma
    con pazienza
    preparo il tempo nuovo,
    la fioritura del mio ciliegio.

     
  • 14 settembre alle ore 9:25
    [Senza Titolo]

    Non è tanto diversa un'alba da un tramonto
    Il principio e la fine
    confinanti e legati.

    Le luci e i colori
    che riscaldano e portano pace.

    E oggi che cammino
    tra le pieghe dell'età adulta
    in questa crisi della quarantina,
    passando per luoghi che non mi fermano
    e tempi che sfuggono
    e non combaciano
    non so se sia alba o tramonto
    il vivere dolorante.

    Ma nelle mattine di agosto
    silenziose e sonnolenti
    seduta sui balconi della mia infanzia
    io mi ricordo chi sono.

    Alba e tramonto insieme.