username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Bianca Fasano

in archivio dal 04 dic 2011

01 agosto 1949, Napoli - Italia

segni particolari:
Profondamente innamorata dell'arte in ogni sua espressione, fortunatamente abile in alcune delle sue possibilità: pittura, poesia, scrittura sotto forma giornalistica, romanzata ed altro. Un passato remoto di danzatrice classica. Ceramista. Ho creato tre splendidi esemplari di esseri umani.

mi descrivo così:
Concretamente piantata a terra come un ulivo secolare del Cilento, ma capace di lanciare i rami verso il cielo, con le foglie da un lato di un bel verde tenebroso e dall'altro argentee.

09 agosto 2013 alle ore 12:29

Incardellati

Intro: Giotto non c'è più: strano che possa sembrare, l'ha mangiato, sul mio terrazzo del Vomero (Napoli), un gabbiano. Ho poi trovato le piume e la femmina che piangeva, spaventata. Non ho avuto il coraggio di tenerla con me: mi metteva troppa tristezza il vederla. Probabilmente l'incardellato aveva "difeso il nido" e lei no.

Il racconto

C'era da commuoversi: l'incardellato femmina ed il maschio, si chiamavano
dalle rispettive gabbie come amanti separati... non sia mai si dividevano le gabbie! il maschio cantava come un pazzo e la femmina gli rispondeva con trilli commoventi.
Allora mi sono detta: mettiamoli assieme, no? Mi risparmierò la pulizia di due gabbie e si faranno compagnia!
Detto fatto (si fa per dire), con una doppia mangiatoia, un bell'abbeveratoio grande... li ho messi assieme.
Tant'è, appena assieme, uno dei due (mi sembra fosse il maschio), ha cominciato ad aggredire l'altro. L'altro da prima si teneva lontano, ma poi ha cominciato a rispondere.
Litigavano anche per il bagno: lo faccio io, lo fai tu? Giù beccate, svolazzi, penne al vento.
Ho deciso di mettere due differenti recipienti pensando: non avranno più ragione di litigare!
Macché: litigavano lo stesso: volevano entrambi il medesimo recipiente.
Insomma, se le sono suonate tanto di santa ragione che sono stata costretta a separarli di nuovo.
Questo a causa del fatto che vivevano sotto lo stesso tetto.
Conclusione?
Mi sembra logico pensare che gli amanti stanno bene divisi e si amano, ma guai a metterli assieme! Ecco spiegato perché moglie e marito litigano.

Ovviamente ho diviso di nuovo gli innamorati ed adesso il maschio canta come un pazzo per farsi sentire da lei che sta nell'altra stanza. Beh, gli ho detto: fregati: quando stava con te la prendevi a beccate e allora, fanne a meno, no?
(P.S... successivamente sono stati rimessi assieme...).
 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento