username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

18 gennaio 2013 alle ore 12:44

Aldila del pianto

Vorrei che
il tuo pianto
non fosse
una costrizione
ma la sintesi 
del tuo stato d'animo
attraverso cui
i detriti della memoria
ti scivolino via e,
in quello sfogatoio
eliminare i tormenti
che nuotano
in trepidanti sensazioni
e il tuo dolore,
alleviato
dalla consapevolezza
di aver donato
gran parte del tuo Io,
rimanesse indelebile
nella memoria
di chi hai amato,
trasformandosi 
nel sorriso disarmante,
accattivante ,contagioso
che ha conosciuto
l'incandescenza 
dei sentimenti
e che è obbligato
a conoscere ancora.
.
cesaremoceo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento