username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

25 maggio 2017 alle ore 20:59

Cercate fra i doni di Dio

Ho visto miseria
tra grida d'aiuto
e dita bruciate...
in roveti ardenti
Vorrei gridarlo
alle nuove gioventù
e far lor vedere
con occhi diversi
ripieni d'amore
di voglia di fare
attecchita dentro
sentimenti infiorati
di suggestioni e ricchezza
E quando lo dico
potete credermi folle
nel pianto dirotto
degli occhi già stanchi
così nel mio tempo
io perdo calore
e rido di me
per quei segni di vita
E resto abbracciato
a mutilati sorrisi
e nel loro rimpianto
ancor m'abbandono
pensando al mio tempo
che già se n'è andato
e al volere che muore
ogni giorno d'un poco

Cesare Moceo
Tutti i diritti riservati

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento