username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

22 novembre 2012 alle ore 19:52

Da qui al 21 dicembre 2012

Facciamola finita,
sono stanco di trascinare
il mio cadavere per il mondo
e di aggiungere menzogne
al mio dolore !
In questi giorni
dove il vivere gronda
di vacue parole,
una finta morte
può salvarci dal trovare
sulla via quella vera.
Per questo il mio canto,
quando il resto del mondo
si confonde,
diventa il raggio di sole
che attraversa
le nebbie della paura
alimentando profonde pulsioni
e scatenando
intense e tempestose emozioni.
Andiamo a prender sonno
mentre la luna splende
chiara e lucente !

cesaremoceo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento