username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

23 marzo 2013 alle ore 23:05

Il nostro immenso

Districandomi in miasmi di dubbi sottomessi
e sterili turbamenti

nella nefandezza di abitudinarie arroganze

assaporo l'aroma immaginario di attimi felici

accanto a chi affonda senza ritegno affilati rasoi
ingannando il cicatrizzare di ferite sempre aperte

sanguinanti

Nascondere in ovattati silenzi

tra le nebbie dell'anima

sentimenti ricoperti di spine pungenti

e godere di questa droga che lenisce le delusioni

Ricomporle in schizzi d'inchiostro

parole colme di suoni

campane che suonano a festa

per me condannato

esiliato nella mia isola

confinato dentro il perimetro delle mie idee

e

col cuore a percepire quei tumulti

innalzare lo spirito della pace al cielo

nell'eterna visione che la speranza
non si sveli vana chimera

Noi insieme nel nostro immenso...immenso.
.
cesaremoceo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento