username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

27 dicembre 2012 alle ore 10:00

Quando ci penso...

La bocca serva del rancore
un tempo a diffonder
dispregio a tutte l'ore,
tra occhi
che volgon lo sguardo
incatenati a tale perfezione,
adesso è contenta,
passata è la tormenta.
Il viso angelico
il corpo da dea
tra tante meraviglie del creato
niente era  più bello
che sprofondare
nel fascino della tua bellezza
e investire tutti i miei sogni
in questo paesaggio celestiale,
tra l'accanirsi di forti temporali
senza mai un arcobaleno,
e l'inciampare su queste verità
e rialzarsi e continuare.
Qualcuno si penta
d'aver fatto cattivi pensieri !

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento