username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Daniela Iodice

in archivio dal 19 gen 2012

04 maggio 1991, Napoli - Italia

mi descrivo così:
​Siamo attori di noi stessi e ci perdiamo tra i riflessi di una falsa ambizione costruita sulla notte.

[​Arthur Rimbaud]

21 maggio 2012 alle ore 2:50

Porgi La Spada

"Come una tempesta violenta che si abbatte su spalle già deboli e stanche eppur con gl'ultimi brandelli di esistenza si cerca di non lasciarsi rapire a tali sofferenze.
Ma il dolore lo sa,sa che può abbattersi spudoratamente senza chieder permesso ne diritto,sa che può perchè ha il potere,il potere di far si che l'altro soccomba alle sue angherie.
Sa che quelle spalle potranno anche spezzarsi,sa che può stagliarsi fino all'infinito se ne desidera il piacere ma il coraggio di sopravviver,quello,nessuno può toglierlo a nessuno,eppure,per stanotte,sembra aver la meglio fino al sepolcro del morto.
Una mano trattiene la tempesta,l'altra posta a terra per cercar salvezza.
Lo sa il tuo Dio quanto ancora ne rimane?Oppure sa che una spada è una spada solo se la s'impugna?
Allora tramutati in spada,condottiero sfiorito,porgi la mano a chi ti chiede asilo
perchè il vetro del ricordo conficcato in un fianco priva di forza l'ottuso spavaldo.
Dietro le sue spalle si celano due ali,non hanno colore non hanno eguali.
Sei stato spada e scudo per chi combatte un muro e adesso che le pietre scolpiscono la via tu si,adesso,sei anima mia."

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento