username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Daniela Iodice

in archivio dal 19 gen 2012

04 maggio 1991, Napoli - Italia

mi descrivo così:
​Siamo attori di noi stessi e ci perdiamo tra i riflessi di una falsa ambizione costruita sulla notte.

[​Arthur Rimbaud]

20 aprile 2014 alle ore 20:58

Rassegnazione Standard

Se potessero le guance 
sentir piano il suo gentil affanno,
con labbra gelide di vil fermento,
il mar sarebbe puro immenso.

La piena libertà fu così da non esister
e il canto tremulo dell'uomo muore sul proprio ormeggio,
ove ogni intrepido sibilo d'amor 
nel petto un cuor si spegne
in un etere di pur solfeggio. 
 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento