username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Daniela Iodice

in archivio dal 19 gen 2012

04 maggio 1991, Napoli - Italia

mi descrivo così:
​Siamo attori di noi stessi e ci perdiamo tra i riflessi di una falsa ambizione costruita sulla notte.

[​Arthur Rimbaud]

10 marzo 2016 alle ore 0:06

Vocazione

e quindi cosa v'era di sbagliato?
Oh, somma notte;
tu che doni ai sognatori le stelle del pensiero
che fugace il sole tenta di strappare con i raggi dell'austera ragione!

Oh, notte, eccellenza partorita dal pensiero degli omerici greci!
Raccontami, questa notte,
di che mani ancora si bagneranno gl'occhi innocenti dell'intelletto
che fugaci scorrono nelle vie della non vedenza?
E ceca sia la visione di ora,
muta agll'orecchi sordi del campanaro che ad ogni dì
suona alla messa del prossimo peccatore,
come il battito delle stelle nel battito del mio cuore;
all'unisono bisbigliano furtive
tra trutte queste foglie. 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento