username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Francesco Foresta

in archivio dal 29 dic 2005

09 ottobre 1977, Nola

mi descrivo così:
Non posso descrivermi... non sarei obiettivo... lascio ad altri questo compito.

07 luglio 2006

E' così e basta

Le rivoluzioni sono inutili

La gente dimentica

E l’ultimo contestatore muore.

Siamo tutti belli oggi

Eppure non sappiamo chi ringraziare.

Le modelle sfilano sotto i riflettori

Mentre si riaccendono le luci della ribalta

Per l’attore caduto

E che ora risorge.

Qui è sempre lo stesso

Uguale e imperituro.

Nel bar c’è un uomo che beve

incurante di tutto

Che alza lo sguardo,

Si gira intorno,scrolla la testa

E ritorna a bere.

L’irresistibile odissea.

Si compie il volere degli Dei

Mentre Giacomo Casanova riceve l’ennesimo rifiuto

Nietzche è li’che scrive la sua grande verità.

È tutto cosi tremendamente noioso.

Provo a cambiare canale

Cercando la musica perfetta.

Spengo tutto

E vado a letto.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento