username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Francesco Petrarca

in archivio dal 07 mag 2002

20 luglio 1304, Arezzo

18 luglio 1374, Arquà (PD)

segni particolari:
Incoronato poeta in Campidoglio nel 1341 e buon amico di Boccaccio.

mi descrivo così:
Tra i maggiori poeti dell'Occidente, imitato (petrarchismo) e letto da tutti: che soddisfazione!

29 giugno 2011 alle ore 16:53

Occhi, piangete: accompagnate il core

- Occhi, piangete: accompagnate il core
che di vostro fallir morte sostene.
- Così sempre facciamo; et ne convene
lamentar più l'altrui, che 'l nostro errore.

- Già prima ebbe per voi l'entrata Amore,
là onde anchor come in suo albergo vène.
- Noi gli aprimmo la via per quella spene
che mosse d'entro da colui che more.

- Non son, come a voi par, le ragion' pari:
 ché pur voi foste ne la prima vista
del vostro et del suo mal cotanto avari.

- Or questo è quel che più ch'altro n'atrista,
che' perfetti giudicii son sì rari,
et d'altrui colpa altrui biasmo s'acquista.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento