username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Guido Buono

in archivio dal 20 mar 2007

11 settembre 1945, Montesarchio (BN)

mi descrivo così:
Sono una persona che preferisce mettersi in discussione e ama problematizzare la realtà, che rifiuta i luoghi comuni e le comode generalizzazioni. Tendenzialmente ottimista, sono portato a vedere negli altri gli aspetti positivi.

08 febbraio 2016 alle ore 14:41

Pietà

Come un Cristo deposto
Hai voluto appoggiare  
Le tue esili braccia
– svuotate –
Intorno al collo di tuo figlio
Per sorreggerti
Per sorreggerlo
un’ultima volta ancora!  
Quanta tenerezza in quel gesto!
Quanto amore in tuo figlio!
Sotto il peso di uno sforzo prolungato
Duro
Da spezzare le ossa
La leggerezza ha prevalso.
Il tuo capo,
a lato riverso,
non era atto di rassegnazione,
di paziente, dignitosa, accettazione.
Nascondeva, invece, un ghigno beffardo
Verso lance spuntite
Da cieche mani
Nel tuo petto scagliate.  
Tu, come un Cristo morente,
ancora una volta, e per sempre,
col tuo gesto d’amore avevi vinto!

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento