username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

José Saramago

in archivio dal 11 mag 2007

16 novembre 1922, Anzinhaga - Portogallo

18 giugno 2010, Lanzarote, Isole Canarie

segni particolari:
Nel 1998, sollevando un vespaio di polemiche soprattutto da parte del Vaticano, mi è stato conferito il Nobel per la letteratura.

mi descrivo così:
Scrittore, commediografo e giornalista. Il riconoscimento a livello internazionale arrivera solo negli anni novanta, con "Storia dell'assedio di Lisbona", una delle più belle storie d'amore mai scritte, il controverso Il Vangelo secondo Gesù e Cecità, forse il mio capolavoro.

13 settembre 2011 alle ore 12:42

Cecità

di José Saramago

editore: Feltrinelli

pagine: 276

prezzo: 8,07 €

Acquista `Cecità`!Acquista!

Provate a immaginare un'epidemia improvvisa e incontrollabile di cecità. Provate ad immaginare che ad essere menomata non sia una minoranza ma, di colpo, una maggioranza; per di più una maggioranza abituata, fino ad un attimo prima, a vedere, e a riconoscere spazi e colori. Come ci si muoverà in un mondo bianco latte, del tutto sconosciuto? Quali istinti prevaricheranno?
Questo romanzo, incomparabile nello stile e nella delicatezza con cui racconta anche le cose più truci, diventa una profonda allegoria di una (eventuale? o verosimile?) società in cui è la massa ad avere la meglio, spesso mossa da imponderabili istinti. La salvezza è nel singolo, nell'unica persona che è inspiegabilmente ancora capace di vedere, se accetterà di farsi carico della funzione di guida.
"Ci vedrò sempre meno, anche se non perderò la vista diverrò sempre più cieca di giorno in giorno perchè non avrò più nessuno che mi veda" (Josè Saramago)

recensione di Cristina Mosca

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento