username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Marco Stagnitta

in archivio dal 12 dic 2008

19 ottobre 1986, Giardini Naxos

19 maggio 2014 alle ore 16:56

In via delle rose

Ed io vidi danzare tra me e il mare,il profumo esotico di una dolce ironia.

Io vidi una notte danzare con me e il cielo,un tripudio di stelle seguendo la mia.

Io vidi una notte danzare un barlume di luce,ovunque esso sia.

Io vidi una notte danzare un sospiro di vento,infinita armonia.

Io vidi una notte danzare il mio ricordo,risoluta pazzia.

Io vidi una notte danzare tra sogno e realtà,ogni mia fantasia.

Io vidi una notte danzare una nota assoluta,nella sua leggiadria.

Io vidi una notte danzare,o che notte non sia,o di notte vissuta,o di notte natìa.
                                                                                                                   
Magari notte non vista,o mia completa follia.

Io vidi una notte danzare la tua mano,vellutata movenza di un'incessante euforia.

Vidi una notte danzare ogni tua frenesia.

Vidi quella notte danzare una strana alchimia,pur non avendo mai visto la tua sincronia.

Ricordando soltanto un'incessante aritmia.

 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento