username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Marco Stagnitta

in archivio dal 12 dic 2008

19 ottobre 1986, Giardini Naxos

15 febbraio 2010

Suoni perduti

Impercettibile suono dall' ambigua tiratura,
costante cresci nel grembo materno,
accudito dalla mano sovente che quel giorno ti creò.
Padre severo, indeciso, assente.
Padre pazzo, dissoluto, amorevole,
Senti il calore della sua mano scivolare intorno a te,
ti accarezza, ti lava da ogni peccato.
Suono calante, piangente, disperato...
Non trovi più dolci carrozze al tuo cospetto,
ma rissosi martelli cadenti, martelli battenti,
martelli ridenti, nascenti da sorrisi ormai non più felici.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento