username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Raffaele di Ianni

in archivio dal 03 mag 2011

02 maggio 1983, Gaeta (LT)

mi descrivo così:
...o poesia o la corda di violino appena sfiorata dall'animo che fugge...

30 aprile 2014 alle ore 15:51

Camera buia.

Questo feroce infrangersi
del ritmo conosciuto
sulle tiepide sponde
del tuo mattino
sopisce la pena
del sapermi quotidiano.

Raffaele di Ianni.
 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento