username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Raffaele di Ianni

in archivio dal 03 mag 2011

02 maggio 1983, Gaeta (LT)

mi descrivo così:
...o poesia o la corda di violino appena sfiorata dall'animo che fugge...

09 agosto alle ore 11:58

Maturità

E navigando lontano
dai miei oceani
prepotente odore di sale
lo riconosco.

Come questi cuori appesi
tra un rumore e l'altro
come i vostri aneliti
al nulla.

Ho scelto di non avere
braccia lunghe per le stelle
o remi in barca
per fuggire.

Mi basta l'ombra
di un ciliegio
poco nettare
e silenzio.

Raffaele di Ianni

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento