username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Raffaele di Ianni

in archivio dal 03 mag 2011

02 maggio 1983, Gaeta (LT)

mi descrivo così:
...o poesia o la corda di violino appena sfiorata dall'animo che fugge...

martedì alle ore 13:11

Novilunio

Cosi nasce la fresca uva
che linfa inonda
dal sussurro della terra
nella fresca notte lavorata.

Al pari queste mani
periferia estranea del mio ego
circondano il nuovo mondo
lo nutrono di gioia
e aroma di vittorie.

I vecchi passi sconfitti ridacchiano
ampi solchi d'un ardente sentiero
ora soltanto falene e nuovi occhi 
corona d'un tempo e premio allo spirito

Poichè una parte del cuore invoca
orpelli e gioielli, regali
sinonimi di canti d'amore
che a fiumi ribollenti escono
da dolci vibrazioni in armonia.

Raffaele Prem Kranti Vartan di Ianni

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento