username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Raffaele di Ianni

in archivio dal 03 mag 2011

02 maggio 1983, Gaeta (LT)

mi descrivo così:
...o poesia o la corda di violino appena sfiorata dall'animo che fugge...

21 settembre 2016 alle ore 17:14

Respiro Primario

Dopo che il cuore
sazio di mani calde
s’adagia su nuovi futuri
e promesse di terra e sudore
 
allora l’intento cavalca
nella frenesia d’un bacio
tra il giorno e il da fare
si posa sul buio notte
e abbracci rotondi.
 
Va bene affidarsi ai tuoi silenzi
contorno dell’arte ospitata
ove giace la tua anima
ed i sospiri di fatica studiata.
 
Quando rinato, questo corpo
di maree docili e bellissime
soave s’incanta inconscio,
piano tra i denti rilassati
sospira il tuo nome,
 
m’abbandono poi nel proposito partorito
di terra verde o di sudore
affido l’essenza ed il tutto
ed avvolgo ogni mio primo respiro
del sapore di te. 

Raffaele di Ianni

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento