username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Rita Stanzione

in archivio dal 08 gen 2010

02 febbraio 1962, Pagani (SA)

30 gennaio 2011 alle ore 16:25

Metamorfosi

Coltivo stranimenti
sul mio profilo
ogni giorno più crudo
di bellezza
simile a nudità
che non s’oltraggia

Non mi fa santa
il lampo negli occhi
che toglie arsura
agli anni
Ladra nemmeno …
ogni flutto delle mie correnti
a me appartiene
La crudeltà del disincanto
m’è scivolata dagli zigomi
come neve
resa alla terra asciutta

Su di un passato
che non passa mai
un’onda nuova
ho accolto
tramutando

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento