username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Simona Di Marco

in archivio dal 22 set 2009

27 maggio 1963, Roma

mi descrivo così:
Sensibile, con tanta voglia di vivere e divertirmi.... Lunatica, pazza, caotica e complicata.

06 dicembre 2013 alle ore 23:37

Parigi... ed impariamo l'amore!

Intro: Scoprire l'amore è l'esperienza che ciascuno dovrebbe provare, se poi si riesce a farlo in sogno diventa tutto più bello e di problemi non ce ne saranno...

Il racconto

Camminiamo guardandoci negli occhi, senza percepire stanchezza.
Completamente soddisfatte ed appagate lasciamo che il mondo si arrovelli nelle sue problematiche quotidiane, noi teniamo solo la gradevole sensazione di quello che maggiormente ci rende felici.
E' tempo di fare la prima tappa nel lungo tour che si suppone sarà questo viaggio ed, in perfetta armonia, decidiamo di scendere dall'arcobaleno.
E' notte fonda, non abbiamo neppure modo di renderci ben conto di dove siamo, la priorità, ora è trovare un posto per riposare, anche se, onestamente, tanto stanche non siamo!!!!
Non abbiamo molta scelta, ci guardiamo intorno e, come d'incanto scopriamo che proprio a pochi passi c'è una piccola locanda e sull'insegna l'incoraggiante scritta "PREZZI MODICI"...
Siamo partite con pochi soldi in tasca, un po' sconsiderate non c'è che dire, ma un pizzico di sana incoscienza ci appartiene e non sarà di certo la mancanza di denaro a fermarci.
Entriamo e per prima cosa decidiamo di mettere qualcosa nello stomaco...
Affamate come lupi e neppure ce ne eravamo rese conto prese com'eravamo dalle nostre chiacchiere, divoriamo tutto quanto ci viene messo nel piatto ed i bicchieri si svuotano quasi d'incanto...
L'avventore è un tipo estremamente gradevole e, considerato che siamo praticamente le uniche clienti in quel momento, decide di farci compagnia e di raccontarci un po' delle abitudini di quei posti.
Siamo in Liguria, ce lo ha appena detto, a pochissimi chilometri da Ventimiglia e questo giustifica l'improvviso "ingrifamento" dei capelli di entrambe: la salsedine nell'aria la fa da padrona, così come il profumo del mare... anzi, se prestiamo un po' di attenzione, riusciamo perfino a sentire il rumore delle onde che si infrangono sugli scogli!!!!
Siamo circondate da un silenzio quasi irreale che ci aiuta a rilassarci e, in qualche modo, ci induce a ritirarci presto nella nostra camera...
Non abbiamo bagaglio con noi, è rimasto tutto sull'arcobaleno e, per questo, facciamo poco disordine... una doccia veloce per toglierci di dosso un po' di stanchezza e via sotto le coperte: io vestita di tutto punto neppure dovessi affrontare dieci gradi sotto zero e mia sorella coperta dello stretto indispensabile per non essere indecente!!
Ci addormentiamo subito e, subito, veniamo trasportate in un mondo che solo all'apparenza ci è noto!!!
Inconfondibili le guglie di Notre Dame... siamo a Parigi La Ville de' l'amour....
Confuse tra la gente e separate dalla stessa ci troviamo, improvvisamente, di fronte coloro che da mesi e mesi riempiono i nostri pensieri...
Ci guardiamo, perplesse, non è possibile, non può essere vero!! Per tante ragioni, ma soprattutto perchè loro non sanno quello che proviamo e quindi non c'è ragione che siano qui.... anzi, probabilmente pensano di essere "uno dei tanti".
Del resto è stato sempre un problema questo, soprattutto per me, manifestare i sentimenti mi spaventa: se poi si tratta di un uomo.... mamma mia... me la dò a gambe levate!!!
Mia sorella appare più serena, ma è una posa, anche lei ha sofferto tanto per amore e si trincera dietro un'aggressività che le appartiene sicuramente, ma che in certe situazioni esaspera per autodifesa!!!
Ed ora eccoci qua, di fronte all'oggetto dei nostri desideri: ognuna il suo, e certo mica uno in due!!! 
Siamo un attimo sbalestrate è chiaro per tutte e due ormai che questo non è un viaggio come tanti, ma addirittura questo ci sembra troppo... cerchiamo l'una lo sguardo dell'altra e leggiamo la stessa luce negli occhi: felicità... appagamento... desiderio realizzato!
I due ci guardano sornioni, sembra sappiano tutto, sorridono e ci si avvicinano!!!
Io mi sento sussurrare nell'orecchio "lasciati andare, non ti nascondere più, sei bella, puoi avere il meglio!! Il passato è passato e per quanto ti abbia ferita non c'è più, riprendi il tuo cammino, riprenditi la vita... ama, ma soprattutto lasciati amare!"
Mia sorella mi guarda sorridendo e, proprio in quel momento, sente anche lei frasi sussurrate, che le aprono il cuore le restituiscono quello che pensava perso per sempre "Ehi, ma lo vedi come brilli??? quanto sei ricca dentro??? quanta luce trasmetti??? l'allegria, la spensieratezza, i sogni!!! Lo vedono tutti... non soltanto tu... ti hanno capita... sei da amare!!"
Accogliamo quelle parole ed è come se ci si spalancasse davanti un universo sconosciuto: labbra sulle labbra... occhi negli occhi... il  mondo siamo noi!!!
Camminiamo per le vie di Parigi col sorriso stampato sul viso ed il cuore in subbuglio!!!
Quante volte avevano immaginato di vivere una simile situazione proprio con loro? ed ora sta succedendo: abbracciati, finalmente, poter sentire il profumo della pelle dell'altro confondersi con il proprio... sentire l'amore scaldarci, più di quanto non riesca a fare il sole...
Tutto sembra più semplice.... e magari un sogno potrebbe anche non finire!!!
Cosa succederà al nostro risveglio? non lo sappiamo e neppure ci interessa più di tanto ci stiamo godendo il momento come sempre dovrebbe essere... 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento