username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Stefania Barbieri

in archivio dal 07 dic 2005

22 aprile 1979, Castel San Pietro Terme (BO)

mi descrivo così:
Tenace, testarda, coerente e sensibile. Totalmente contro le mode.

17 novembre 2008

Le parole di mio padre

Quando la persona che più amo al mondo
mi ha promesso che la vita riserva delle sorprese
mi sono aggrappata a questa speranza
come si prende una medicina per il dolore
quando lo senti nelle ossa, nella testa, nello stomaco,
quando è talmente forte
che la notte ti alza le coperte e ti svegli
che tremi e sudi per la paura
che non ti abbandoni più.
Non c’è niente di soprendente
nel cambiamento che segue una rinascita:
l’anima sbriciolata si ricompone sempre
ma mai nella stessa armonia.
I pezzi grandi si riuniscono subito,
quelli piccoli si infilano dove trovano posto
ed alcuni volano via
persi nella storia, nello spazio e nel tempo.
Ho trovato le sorprese di cui mi parlava
mio padre.
Sono meravigliata:
le persone si ricredono.
Senza volere, perché non ne hai la forza,
scopri che vicino a te
ci sono amiche
la cui solidarietà e complicità,
prima oscurate dal cancro appena strappato dal corpo,
sono più forti del dolore,
la cui generosità supera il ricordo
della persona che ero
e delle porte tante volte chiuse
davanti ad una mano tesa o ad un sorriso.
… le mie sorelle mandate
dalla storia, dallo spazio e dal tempo…
la vita davvero riserva queste sorprese meravigliose.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento