username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Stefania Ferregutti

in archivio dal 14 giu 2010

30 agosto 1983, Sorengo-Lugano

08 novembre 2010

Manto

Quale amore,
s'ammanta di sera tarda,
e diventa rapace,
spledente cavallo
dagli zoccoli irrequieti,
folto bosco verde
quando le musiche lo attraversano...
ed eccoti dinnanzi alla mio cuscino....
inchinati uomo,
davanti alla tua donna,
bacia la mia schiena
e le sue ossa,
che sotto il tuo peso,
per mezzo del tuo fiato,
hanno aperto un varco
fino alla carne del mio cuore....
e non vi è altra ragione
per indugiar all'amore,
se non lasciar morire
le ultime vergogne,
di questo sconquassato pianto,
e lasciare nel colare dell'attesa,
che l'ultimo amante,
ci porti la rosa dell'allenza.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento