username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Alessandro Moschini

in archivio dal 05 mar 2011

02 febbraio 1969, Montecatini Terme - Italia

mi descrivo così:
Ho vinto il concorso nazionale di poesia "Il Federiciano" 2011 organizzato da Aletti Editore con la poesia "I musicisti". Ho appena ristampato con LunaNera la mia prima silloge "Le corde di Eros".

09 novembre 2016 alle ore 22:26

Disordine d'amore

Le stanze degli artisti
hanno occhi 
per vedere l'invisibile.
Come fantasmi buoni,
sono spettri di città
dominate da montagne
di libri accatastati 
e copertine di dischi,
attraversate da un vento 
di parole e note
che muove fogli svolazzanti,
spartiti finiti ed incompleti. 
Negli angoli dominati
da chitarre 
e pagine di cinema,
è legato il cielo 
coi fiocchi delle corde
fissato a picchetti 
di bottiglie di birra. 
Questo disordine d'amore
ti entra nella pelle 
e piega i pori al suo volere
col potere del suo fascino.
Ti ammala le ossa di passione
come ascoltare un profumo
ed annusare un suono.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento