username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

in archivio dal 28 giu 2014

Antonia Gravina

17 giugno 1916, Bari - Italia
Mi descrivo così:  Amo la poesia perchè esprime la natura, gli esseri viventi, le cose, la passione e l'anima, l'amore che si prova fatto di suoni e di colori di fatti che avvengono. Non mi sono mai spacciata per autore scrivo da una vita i miei pensieri, mi reputo una persona onesta, che scrive con il cuore.
Mi trovi anche su:

elementi per pagina
elementi per pagina
  • 27 giugno alle ore 19:30
    5 ottobre 2014

    Come comincia: Dicono:“Tu sei forte, riesci ad andare avanti!” E io rispondo:“ Guarda non lo so, non credevo di amare lui così tanto, invece vaffanculo, il mio cuore è a pezzi per colpa sua.” E mi danno della stupida. Sì, perché è assurdo amare, sopratutto se la persona sembra quasi che se ne sbatta. Ma quando ormai ci sei troppo dentro non puoi più fare nulla per salvarti e ti tocca annegare nella lava ardente, scioglierti e svanire nel nulla. E lui è lì che ti guarda mentre stai male. Lui lo sa benissimo quello che senti, ma tuttavia ama farti male, ama vederti bruciare. Gli amici poi al massimo possono farti un grande applauso , accompagnato da un: “ Te l’avevo detto!” Certo che lo so, cazzo e avevate tutti ragione. Ok, adesso basta stressarmi. La vita è mia e me la gestisco come mi pare e se il mio cuore adesso è rotto, è mio, non è un problema vostro. Che cazzo volete? Fatevi i cazzi vostri. Mi sento morire, sembra come se stessi aspettando che giunga la mia ora. E’ tutta colpa mia, lo so. Forse loro adesso mi vedranno come una sfigata,ma non mi interessa. L’amore che provo è talmente forte e intenso, che anche se fa male, vale la pena giocarmi il tutto per tutto. Lui è talmente bello che mi innamorerei altri milioni di volte. Non serve, se tu che mi stai leggendo, mi dicessi che è sbagliato giocarmi il cuore per chi non ne vale la pena. E’ un problema mio se adesso al posto del cuore mi trovo una voragine.Capita a tutti prima o poi, o no? Sarei stata davvero scontenta se non fosse arrivato nessuno a rubarmi il cuore. Di certo non amo farmi male , nè voglio che restino i segni di questa esperienza. Voglio solo dire fra qualche anno:“Cazzo quanto l’ho amato!” Nessuno può dirmi nulla perchè le conseguenze le sto pagando soltanto io. Lo amo incondizionatamente. E’ un’altra inculata? Non importa la parcheggerò insieme a quella avuta in precedenza. Che problema c’è? C’è chi ha perso una gamba in un incidente, eppure non si è mai fermato. A me lui ha strappato il cuore, eppure esso continua a pulsare e a non arrendersi. Nessuno avrà la soddisfazione di vedermi arresa, nè in uno stato deplorevole. Al massimo o morirò oppure sprizzerò felicità da tutti i pori, le mezze misure nella mia vita non esistono. Le mezze misure mi sembrano cazzate per evitare di scegliere. Io non indugio, mi gioco sempre il tutto per tutto, soprattutto il cuore, anche se poi mi ritrovo a pagare le conseguenze disastrose per aver amato. Mi sento un automa, la mattina mi sveglio, mi vesto, sbrigo qualche faccenda, mangio, arriva di nuovo la sera e vado a letto, ogni giorno vivo questo. In ogni pensiero del giorno c’è lui, sempre in ogni intervallo della giornata, initerrottamente. Si, c’è sempre lui a ricordarmi che sono viva, che mi fa sentire qualcuno e non un automa passivo. Adesso che è sparito, la sua assenza si fa presente. La sua assenza, sembra che mi stalkeri. Forse io sono troppo fusa! E quando mi guardava, nei suoi occhi ci vedevo l’infinito, il mare, anche se mi trovavo nel bel mezzo della mia città. Nei suoi occhi ci vedevo tutto quello che volevo io, tutto quello che volevo compensare alla mia vita. Se prima mi sentivo vuota adesso lo sono di più. Prima avevo un cuore, adesso è vuoto, non ce l’ho più. Adesso c’è solo la sua assenza a ricordarmi quanto mi manca e quanto sia importante per me. Non importa, perchè io questa esperienza la sento bruciare sulla mia pelle e sento che mi cambierà. Vale la pena viverla, devo vivere la vita come capita, non devo riflettere troppo. Non devo avere paura di scegliere. Dagli sbagli si impara. Devo prendere quel treno anche se non so dove mi porterà. La destinazione? E chi se ne frega? Devo sbagliare continuamente, non me ne frega un cazzo. Solo così imparerò a scegliere. Di tanto in tanto arriva qualcuno a tamponare questa ferita scavata nel petto, una serata fra amici, due risate, ma quando torno a casa e mi ritrovo sola tutto torna alla mente e quella piccola felicità provata scompare nell’immediatezza, il dolore si fa sentire a bruciare velocemente quella ferita, come se ci avessero buttato sopra della benzina. Le lacrime imperturbabili, scorrono spesso e solcano le guance del mio viso, sento il suo sguardo addosso, anche se adesso non è con me. Lo immagino accanto a me, come l’ultima volta. E poi, nulla, sparisce e io resto al buio e nelle mie mani restano solo i ricordi che mi fanno dire:“Tu esistevi davvero, non eri un sogno”! Ora mi piacerebbe dire”Non me ne fotte niente di te, io vivo lo stesso alla grande”! Come faccio a vivere con questo cuore ammaccato e ferito? Ogni volta che penso a lui la ferita continua a sanguinare e si fa sempre più profonda. Gli altri sanno solo dirmi:“Su con la vita!” E io dico a me stessa.“Ma ho ancora una vita? Oppure mi è stata rubata anche quella?” No perchè carissimo ragazzo, qui sembra che tu mi abbia rubato tutto quello che c’era di bello in me, persino la voglia di vivere, oltre che il cuore! Un pò ti stimo, perchè riesci ad ottenere ciò che vuoi, almeno così sembra. Desideravi conquistarmi e farmi star male? Bene, congratulazioni ci sei riuscito! Ma adesso che non ho più un cuore e non ho più amore da dare a nessuno, non vuoi più divertirti con me, sono un bersaglio già conquistato ormai. Mi hai manipolata abbastanza e quindi è giunta l’ora di cambiare marionetta per te. Forza stronzo, a cosa aspetti? Corteggia qualche altra, fai i tuoi discorsetti del cazzo, falla sentire importante e bella e poi zac, divertiti nel farla star male, e godi mentre la vedi cadere per terra dal dolore. Uno stronzo come te riesce a sentirsi vivo solo facendo del male a chi per te darebbe qualsiasi cosa! Ci vuole tanto sadismo per farti sentire vivo? Cazzo, a me bastava guardarti negli occhi o che mi guardassi, per sentirmi viva. Devo solo farmene una ragione, per superare tutto questo dispiacere che mi hai dato. Le tue parole erano solo piene di falsità. Anche se adesso provo ancora tutto quel sentimento, quando ti guardo negli occhi, non riesco a dirti che sei uno stronzo e che mi fai schifo. Se ti guardo negli occhi, mi sento bruciare lentamente, le gambe mi tremano e perdono la loro forza, come se stessi seduta su una sedia elettrica. Se mi ferissi fisicamente potrei guarire, un giorno, ma ferendomi dentro non potrò mai guarire, il dolore resterà permanente, e tu lo sai benissimo, perchè ci sei passato. Sicuramente l’hai fatto a posta, perchè sai che io non sono forte abbastanza e che sono sensibile. Ma perchè te la sei presa proprio con me? Cosa ti ho fatto? Mi pongo tutte queste domande a cui non do risposta, ed è inutile domandarti. Io Ti Amo.

     
  • 28 maggio alle ore 14:28
    2010

    Come comincia: Le persone cambiano... Cambiano se deluse, cambiano se ferite. Cambiano in meglio, in peggio, ma cambiano sempre. A volte cambiano semplicemente per ricominciare, per avere un'altra occasione. Per poter dire, senza rimpianti, "io c'ho provato !". A volte perchè non ne possono più. Ma cambiano perchè è la vita che le cambia.

     
  • 17 settembre 2017 alle ore 14:21
    2013

    Come comincia: Io non dimentico chi mi ha fatto del bene, ma sopratutto chi mi ha fatto del male. Non dimentico il dolore e le lacrime che mi hanno fatto versare. Non dimentico le persone che mi hanno aiutato/a nei periodi neri in cui non vedevo via d'uscita e che a poco a poco ho cominciato a rialzarmi, grazie al loro aiuto, al loro affetto che mi ha dato la sicurezza per farmi andare avanti. Oggi sono qui in piedi e più forte di prima, alla faccia di chi voleva vedermi distrutto/a, nella vita non si può mai dire sono arrivato è una lotta continua in cui bisogna sempre rimboccarsi le maniche e andare avanti con forza e determinazione. Una cosa è certa chi ha subito il male oggi godrà domani dei suoi frutti, chi augura il male agli altri gli ricadrà tutto addosso!

     
  • 17 settembre 2017 alle ore 14:15
    2013

    Come comincia: Fregatene di quello che dice la gente, non ti curare delle cose che non vanno nel verso giusto. Fregatene di chi invidia la tua vita, lo fa perchè vorrebbe essere al tuo posto e l’unica cosa che gli rimane da fare è puntarti il dito contro e giudicarti, si sà è solo invidia. Fregatene di chi non è capace di distinguere i fatti dalle parole e dice di essere coerente. Fregatene perchè qualsiasi cosa farai troverai sempre chi avrà da parlare, ma tu continua per la tua strada.

     
  • 17 settembre 2017 alle ore 14:14
    2013

    Come comincia: Fregatene di tutto quello che la gente dice di te, lascia perdere le cose andate storte, non curarti di chi invidia la tua vita perchè ti vede felice e vorrebbe stare al tuo posto. Fregatene degli ignoranti, di chi non sa distinguere il vero dal falso, da chi confonde il diritto di parlare con il diritto di sparare calunnie a raffica, di chi vuole a tutti i costi apparire ciò che non è, di chi è falso/a. Devi fregartene perchè qualsiasi cosa tu farai la gente troverà sempre il modo di parlare, di puntarti il dito contro. Devi fregartene, pensare alla tua vita, alle cose che ti stanno a cuore e che devi realizzare!

     
  • 17 settembre 2017 alle ore 13:58
    2013

    Come comincia: Se resto in silenzio di fronte alle provocazioni, se non dò peso alle parole false che pronunciano, se taccio davanti alle calunnie e alle vite che mi attribuiscono e che non mi appartengono, non significa che sia stupida/o o che non sappia come difendermi. Semplicemente sono una persona che ha le palle piene di ascoltare le solite cazzate, di capire a cosa servono certe cattiverie, ma soprattutto ho imparato a regalare la mia indifferenza e il mio silenzio agli stupidi e agli ignoranti.

     
  • 16 settembre 2017 alle ore 17:38
    2013

    Come comincia: Non possiamo costringere nessuno ad amarci. Non possiamo chiedere a nessuno di restare quando vuole andarsene o peggio ancora quando vuole stare con qualcun altro. Questo è l’amore. La fine di un amore non è la fine della vita. È l’inizio di una comprensione che l’amore lascia quando c’è una ragione, ma non ci lascia mai senza averci dato una lezione.

     
  • 15 settembre 2017 alle ore 17:43
    2013

    Come comincia: Le persone piangono povertà e poi le vedi buttate nei ristoranti e pizzerie. Piangono povertà e girano con l'iphone. Piangono povertà e le vedi in giro con abiti firmati. Piangono povertà e le vedi con unghie e capelli rifatti e con una bella macchina. Io l'unica povertà che vedo è quella dei veri valori, è quella di quei principi sani di una volta. Quei valori che facevano di una persona educata e gentile con tutti, quella persona umile che non ti guardava dalla testa ai piedi per criticare, ma ti guardava negli occhi.

     
  • 15 settembre 2017 alle ore 11:38
    2010

    Come comincia: Scusami… se un giorno raccontando della mia vita… parlerò anche di Te. Di te che mi hai sempre regalato un sorriso, di Te che mi hai sempre portato il sole nei giorni di pioggia, di Te che mi copri tutto il male con la tua dolce voce, di Te che sei una persona semplice, ma per me sei tutto, di Te che vorrei essere solo tua, di Te che nonostante gli anni che passano mi fai star bene, di Te che non hai paura di essere così come sei… di Te che sei vero/a, di Te che per me sei tutto.

     
  • 14 settembre 2017 alle ore 23:40
    2012

    Come comincia: Se ho sofferto, se ho pianto, se ho lottato, se ho aspettato il momento giusto, non è stato vano e inutile ho saputo sfruttare al massimo le occasioni della mia vita. Tutto quello che possiedo, ho dovuto sudarmelo non mi hanno regalato nulla. Ho preferito mettermi in gioco , lottare per vincere, certo non sono inferiore a nessuno, ma non ho neanche superiori.

     
  • 14 settembre 2017 alle ore 23:35
    2012

    Come comincia: Vuoi sapere cosa devi fare per vivere la vita al massimo ed essere felice? Devi svegliarti la mattina senza lamentarti. Devi sapere che meriti di sorridere. Devi sapere che stai facendo la cosa giusta, non importa cosa. Devi fare ciò che vuoi senza guardare quanto sia stupido farlo. Si tratta di essere te stesso/a, perché nessuno può dirti che quello che stai facendo è sbagliato.

     
  • 14 settembre 2017 alle ore 23:18
    2010

    Come comincia:  Lo dedico a te che stai leggendo, a te che hai mille pensieri, a te che hai voglia di una parola dolce e di mille piccole attenzioni. Lo dedico a te che sembri felice anche quando dentro non lo sei, a te che mi vuoi bene, a te che sei speciale e non ti viene detto molto spesso, lo dico proprio a te: "Io ci tengo a te e ti sarò sempre accanto, anche quando non mi vedi, io ci sono, perchè Ti Voglio Bene!"

     
  • 14 settembre 2017 alle ore 23:12
    2013

    Come comincia:  La consapevolezza che l'amicizia sia più grande dell'amore non l'abbiamo quando, intorno a noi, ci sono amici veri e onesti, ma ce ne rendiamo conto quando, qualcuno che abbiamo sempre pensato fosse amico, ci ha pugnalato alle spalle. Quando un amico rompe la fiducia, fa più male di un amante che ci ha tradito, ed è lì che comprendiamo che, l'amicizia, è più importante dell'amore. Mentre cerchiamo di capire la profondità del nostro legame emotivo, quelli che dicevano che sarebbero rimasti, se ne sono già andati. Un amore infedele mette in pausa il cuore, ma un amico indegno procura lividi alla tua anima.

     
  • 14 settembre 2017 alle ore 23:07
    2011

    Come comincia: Questa è per te che hai sempre saputo cavartela anche quando non ce l'hai fatta, hai saputo ritrovare la speranza. Per te che piangi per colpa di qualcuno. Per te che cadi e a poco a poco ti stai rialzando. Per te che hai coraggio da vendere e quando hai trovato chi ha provato intralciare la tua strada non gliel'hai permesso. Per te perchè tutto quello che possiedi hai saputo guardagnartelo e non devi ringraziare nessuno, per te che non molli mai e sei fiero/a di essere ciò che sei !

     
  • 14 settembre 2017 alle ore 23:05
    2011

    Come comincia: La persona speciale è quella che non sa di esserlo… che in ogni cosa che fa ci mette il cuore..che non dà con lo scopo di ricevere, ma per il solo gusto di vedere gli altri sorridere..che gioisce per i successi di chi vuole bene..e asciuga quelle lacrime che nessuno vede…è una perla…e come tale resta rara e preziosa..Se un giorno dovessi incontrarla tienitela stretta.

     
  • 14 settembre 2017 alle ore 23:05
    2011

    Come comincia: La vita è strana ci fa conoscere momenti belli e momenti brutti. Ci fa incontrare persone intelligenti che danno molto con poco, ma ci mette davanti anche stupidi che si lasciano condizionare da altri più stupidi, che se fossero capaci di pensare con la propria testa verrebbero sicuramente più apprezzati. Io non sono il tipo da farmi condizionare dalle opinioni altrui, nè giudico o mi faccio idee strane solo per sentito dire, ma faccio quello che mi dice la mia testa, credo a quello che i miei occhi vedono e agisco di conseguenza. Ho imparato a non aver paura delle malelingue, nè a temere i cento coglioni che gli credono !

     
  • 14 settembre 2017 alle ore 23:00
    2012

    Come comincia:  Impossibile per me dimenticare una persona che mi porto nel cuore, è difficile per me dimenticare due occhi mi piacevano e che ho fissato per lungo tempo, non posso dimenticare un bacio dato in un momento particolare. Queste cose le porterò nel cuore e nella mia mente perchè sono gesti spontanei che non ho cercato, che non ho aspettato. E’ facile dire passerà, con il tempo sicuramente si, quando un altro sguardo incrocerà i miei occhi,quando un’altra mano accarezzerà il mio viso,potrà cancellare per sempre.

     
  • 14 settembre 2017 alle ore 22:59
    2012

    Come comincia:  Il rispetto non fa parte degli egoisti, falsi e ipocriti.
    Il rispetto non è solo una parola. Il rispetto non si chiede lo si da quando lo si riceve. Il rispetto lo porta una persona altruista, capace di mettersi nei panni degli altri, guarda i problemi degli altri come se fossero suoi. Il rispetto fa parte delle persone corrette, sincere e sensibili che sanno cosa significa star male, sanno cosa vuol dire subire una delusione. Il rispetto non ferisce, non usa le persone per i propri scopi, non entra nella vita degli altri per schiacciare qualcuno. Chi porta rispetto non ti fa soffrire. Chi rispetta non ferisce, non delude, non è opportunista. Il rispetto è amore per la vita degli altri, se tutti lo mettessero in pratica invece di predicarlo vivremmo tutti meglio.

     
  • 14 settembre 2017 alle ore 22:55
    2012

    Come comincia: Ho avuto anch’io momenti difficili da superare dove non vedevo via d’uscita . Sono rimasta sola proprio quando avevo bisogno di una persona accanto che mi desse quella forza per andare avanti e ricominciare. Ho vissuto paure e indecisioni, ho pianto, ho ricevuto delusioni e amarezze. Ho un carattere forte è difficile che io dica basta o che arrivi al punto di mollare, preferisco risalire dalle macerie, l’ho sempre fatto e sempre lo farò, dopo mi rimane la soddisfazione di dire “Sono fiera di me”!

     
  • 14 settembre 2017 alle ore 22:52
    2013

    Come comincia:  Questa la dedico a te che come me hai sempre pronto un sorriso da donare a chi ne ha bisogno, a te che trovi la forza anche quando vorresti arrenderti,piangere e mollare tutto. A te che sai cosa ti porti dentro al cuore e quanto hai da dare. A te che ti ritrovi a piangere da sola e ogni volta da sola te le asciughi e riesci a ritrovare la forza. A te che amato sinceramente e hai ricevuto bugie e tradimenti. A te che spesso hai bisogno di piangere sulla spalla di qualcuno o di un semplice abbraccio che ti incoraggi, che ti coccoli, che ti capisca e al tempo stesso ti dica: ” Io ci sono”.

     
  • 14 settembre 2017 alle ore 22:51
    2014

    Come comincia: Ci sono persone che meritano di restarmi accanto, avranno sempre un posto speciale nel mio cuore. Questi amici me li voglio tenere stretti perchè sono persone valide.
    Ci sono quei conoscenti che oltre a due risate e quattro chiacchiere, non potrò definirli amici. Infine ci sono quegli invidiosi, malvagi che si permettono di entrare silenziosamente e in punta di piedi, ma alla lunga la loro identità viene fuori, ecco questi ipocriti troveranno sempre la porta della mia vita sbarrata!

     
  • 14 settembre 2017 alle ore 22:42
    2014

    Come comincia: La vita è una continua lotta contro la cattiveria, è come una battaglia spirituale tra il bene e il male. La vita è un processo complicato in sè. Ogni scelta che facciamo ha una sua conseguenza, sia buona che cattiva. La parte più difficile è sapere quali scelte fare. A volte la vita può essere una lotta derivata non dalle nostre scelte, ma dalla cattiveria degli altri. Dopo tutto è la vita, bisogna godere la parte meno complicata di essa, tutto questo è possibile.

     
  • 14 settembre 2017 alle ore 22:38
    2014

    Come comincia: C'è una bella differenza tra gli obiettivi che ci prefiggiamo e i sogni che facciamo. I sogni occupano la nostra mente. Gli obiettivi prendono in considerazione la nostra realtà. Mentre è possibile sognare ad occhi aperti gratuitamente, gli obiettivi hanno un prezzo. Gli obiettivi costano tempo, soldi, fatica e sudore, mente i sogni sono facili e liberi.

     
  • 14 settembre 2017 alle ore 22:22
    2012

    Come comincia: Quando un uomo perde una donna dice che non si sentiva capito,
    quando un uomo lascia una donna dice che non si sentiva libero che non gli lasciava i suoi spazi, quando un uomo viene lasciato da una donna le da della troia. Quando una donna lascia o viene lasciata soffre tanto,e basta.

     
  • 09 settembre 2017 alle ore 13:45
    2010

    Come comincia: Un giorno dirai che ne e' valsa la pena,di tutte quelle volte che le cose sono andate storte,di tutto cio' che ti aspettavi e invece arrivava l'esatto opposto,delle delusioni,delle porte sbattute in faccia,dei pianti durati ore e ore.Si,dirai ne e' valsa la pena,capirai che le cose aspettate ansiosamente non arrivano,ma quando smetti di aspettare.Con il tempo arrivera' il momento giusto quello del "Ne e' valsa la pena".