username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cristina Tarabella

in archivio dal 12 mag 2006

24 marzo 1965, Lucca

segni particolari:
Tralcio di foglie tatuato su braccio e mano destra.

mi descrivo così:
Una che lavora molto. Oltre a gestire la mia cartolibreria insegno latino, greco, italiano, etc. Leggo molto e studio molto.

16 maggio 2006

Amazzonia II

Un ‘besa flor’* si é posato sul mio grembo rendendomi madre.

Ebbro di vita.

Prodigo di promesse.

Incanta il mio animo che lo guarda stupito.

Un frullo d’ali, impercettibile all’ascolto,

è il tuo respiro privo di ansie.

Ti guardo, bambino prezioso,

e sento un muto boato echeggiarmi dentro.

Sono sensi svegliati dal tuo tenero volo.

Sono passioni rinate nel mio pensiero.

Sei tu, bambino, dono dell’amore più puro:

amore tu stesso e latore di vita futura.

... Sprigioni in me tutta l’esistenza!


* Besa flor in brasiliano significa colibrì


Poesia pubblicata sull'antologia del Premio Internazionale Narrativa e Poesia “Marengo d'oro 2003”

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento