username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cristina Tarabella

in archivio dal 12 mag 2006

24 marzo 1965, Lucca

segni particolari:
Tralcio di foglie tatuato su braccio e mano destra.

mi descrivo così:
Una che lavora molto. Oltre a gestire la mia cartolibreria insegno latino, greco, italiano, etc. Leggo molto e studio molto.

16 maggio 2006

Amazzonia III

Ti hanno portato da me un mattino,

all’alba della tua vita e della mia.

Avevi soltanto poche ore  e già eri con me.

Tutto il mondo ho attraversato!

perchè tu mi chiamavi.

Ti ho preso fra le braccia

e fu come se ti avessi sempre tenuto.

Un grande stupore pervase la mia anima,

che, dopo averti nutrito per così tanto tempo dentro di sè,

adesso poteva toccare la tua.

La linfa vitale che ci ha uniti dal principio del tempo,

fu il mio pensiero,

che in volo raggiunse il tuo e lo legò per sempre.

Io ero tua madre;

tu eri mio figlio,

già prima che nascesse il mondo;

già prima che sgorgassero gli Oceani

e si riempisse il cielo di stelle.

Dovevamo soltanto aspettarci...

... E poi citrovammo.


Poesia finalista al Premio Internaz. di Poesia e Narrativa "Lodoletta Pini 2002", Pisa

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento