username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Danilo Mar

in archivio dal 11 set 2008

08 luglio 1951, Vedroli

24 dicembre 2008

Lo scrigno

Metti in quello scrigno
i versi che per te ho scritto
mettici i momenti
tascorsi insieme
i ricordi le rissa i tormenti
le nostre fughe romantiche
le gioie e le paure
che ci siamo regalati
mettici i pianti i litigi
la mia insolenza
le tue carezze sui miei
capelli grigi
e anche la tua
testarda ossessione
per il mio essere
così diverso
senza mai renderti conto
che cambiando
sari stato un uomo perso

conservalo amore mio
perché lì c’è tutto me stesso
e ci sei anche tu
immortalata dai miei versi
che fanno di quest’amore
un bene universale
e se ancora hanno
un senso le parole
non ti scordare di quelle
dette al sole
“nel posto dove l’occhio si perde
all’orizzonte di Duna Verde”
parole
dette mentre facevamo
all’amore
“io sono solo ombra
e vivo solo se tu
sei il mio sole”

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento